Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In manette un falsario monopolitano di monete da 50 centesimi

L’operazione dei carabinieri a Castellana Grotte

Paolo Comes, 63enne di Monopoli, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri a Castellana Grotte perché trovato in possesso di 510 monete da 50 centesimi di euro false, pari a 255 euro. L’uomo, che era a bordo della sua autovettura, è stato fermato dai militari mentre percorreva largo Portagrande. Sul sedile posteriore della vettura, tra carte varie e documenti, i carabinieri hanno scovato un sacchetto in cellophane contenente 110 monete da 50 centesimi, sul possesso delle quali l’uomo non ha saputo fornire una convincente giustificazione. Sebbene a prima vista sembrassero autentiche, in realtà le monete erano contraffatte. Un primo esame visivo e tattile, infatti, ha permesso ai carabinieri di riscontrare che le monete erano più sottili e più leggere di quelle originali. A questo punto la perquisizione è stata estesa anche alla sua abitazione, ove, all’interno di un vaso riposto su di un mobile, sono stati rinvenuti due sacchetti contenenti complessivamente 400 monete dello stesso taglio e della stessa fattura. Tratto in arresto con l’accusa  di detenzione, senza concerto, di monete falsificate, l’uomo è stato poi trasferito nel carcere di Bari, su disposizione della locale Procura della Repubblica. Le monete sequestrate saranno sottoposte ad accertamenti da parte degli esperti del Comando Carabinieri Antifalsificazione Monetaria di Roma.