Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

Feto morto sulla spiaggia di Cala Monaci: fermata una donna 23enne, accusata di omicidio volontario

Il ritrovamento del corpicino avvenne il 16 febbraio scorso. Le indagini continuano a ritmo serrato

 

Una donna di 23 anni, L.R. le sue iniziali, è in stato di fermo ed è stata rinchiusa nel carcere di Trani con l’accusa di omicidio volontario. La donna, disoccupata di Castellana Grotte, è accusata di aver procurato la morte della figlia appena nata abbandonandola subito dopo il parto sulla spiaggia di Cala Monaci, a nord di Monopoli. Il corpicino della piccola fu trovato il 16 febbraio scorso. Il fermo è stato eseguito dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Monopoli su disposizione della Procura della Repubblica di Bari. La giovane, già indagata, è stata rinchiusa nel carcere di Trani: un provvedimento, spiegano gli inquirenti, che scaturisce dal pericolo di un’eventuale fuga all’estero, rendendosi irreperibile. Le indagini continuano a ritmo serrato e pare che ci siano altri indagati.