Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Illecito fallimentare: opificio monopolitano posto sotto sequestro dai finanzieri

Gli amministratori della società sono indagati, in concorso tra loro, per bancarotta fraudolenta 

 

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Bari hanno posto sotto sequestro un opificio industriale di Monopoli, con annessa palazzina per uffici e abitazione oltre al terreno pertinenziale di 12.539 metri quadrati, per un valore di 4.936.000 euro. L’opificio era sede della società Beton Prefabbricati Srl, operante nel settore delle costruzioni, che è stata dichiarata fallita il 3 maggio scorso. Il sequestro è stato disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica. Gli ex amministratori della società fallita sono indagati, in concorso tra loro, per bancarotta fraudolenta aggravata patrimoniale. Le indagini, sviluppate sia attraverso approfonditi accertamenti contabili, bancari e documentali, hanno permesso di acclarare che la società, in epoca precedente alla declaratoria fallimentare, è stata oggetto di una illecita scissione societaria parziale a beneficio di altre due neocostituite società. Con questa operazione societaria, la Beton ha infatti subito un depauperamento del proprio patrimonio conseguente alla cessione degli immobili aziendali e dei macchinari verso le società neocostituite. A seguito di tale operazione, la Beton è stata dapprima messa in liquidazione e, successivamente, è stata oggetto di una richiesta di cancellazione dal registro delle imprese.