Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Ultim’ora/Rapina ad imprenditore ittico monopolitano: arrestate tre persone

Operazione congiunta di Polizia e Guardia Costiera. L’episodio avvenne nell’ottobre 2016

 

A distanza di sette mesi le indagini delle forze dell’ordine hanno avuto esito positivo. Infatti, nelle prime ore della mattina, a Monopoli, la Guardia Costieracongiuntamente alla Polizia di Stato ha eseguito un‘ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Bari, nei confronti di tre persone ritenute responsabili della cruenta rapina perpetrata  nell’ottobre 2016 nei confronti di un imprenditore locale di prodotti ittici che, dopo essere stato brutalmente aggredito, fu derubato della somma di 10 mila euro in contanti. I particolari dell’operazione saranno resi noti in mattinata durante una conferenza stampa. 

AGGIORNAMENTO

Gli arrestati sono Cosimo Giangrande , detto 'Mino papogna', di 40 anni e Cosimo Grassi di 52, entrambi monopolitani e Lusha Bletim, 32enne cittadino albanese. I primi due sono stati associati presso la Casa Circondariale di Bari mentre l'albanese è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La ricostruzione. Nella mattinata del 17 ottobre scorso, l’imprenditore ittico Luigi Fiume viene aggredito con calci e pugni nei pressi della sua abitazione da due persone che si impossessano di una busta di cellophane contenente la somma di 10 mila euro in contanti dandosi poi alla fuga a bordo di un’auto guidata da una terza persona. Le indagini si indirizzano nei confronti di Giangrande. Sarebbe stato lui ad organizzare la rapina mentre gli altri due complici sarebbero stati gli autori dell’aggressione, avvenuta alla presenza dello stesso Giangrande che è rimasto alla guida dell'auto con la quale poi il terzetto è fuggito.