Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inseguimento tra ladri d’auto e forze dell’ordine: il fermo si trasforma in arresto per due giovani

L’operazione, in piena notte, è stata eseguita da carabinieri e poliziotti. Uno dei due è stato inseguito fino a Fasano  

 

Si sono appresi altri particolari sull’inseguimento, avvenuto l’altra notte nelle vie di Monopoli, che aveva portato al fermo di due ladri d’auto. Innanzitutto il fermo è stato tramutato in arresto, con l’accusa di furto e resistenza a pubblico ufficiale, per un 24enne pregiudicato di Fasano ed un albanese incensurato appena maggiorenne, anch’egli residente a Fasano. I due sono stati bloccati al termine di un rocambolesco doppio inseguimento da parte di carabinieri e poliziotti. Il 24enne era a bordo di   un’auto appena rubata. L’altro viaggiava a bordo di un’altra vettura, di proprietà del genitore. Entrambi non si sono fermati all’alt intimato dalle forze dell’ordine. Ne è nato un doppio inseguimento. L’albanese è stato bloccato dopo un breve tragitto. All’interno dell’autovettura sono stati trovati cacciaviti, chiavi, un cavo OBD utilizzato per avviare le centraline delle autovetture. Più complicata è stata la cattura del 24enne, che più volte ha tentato di speronare gli inseguitori guidando lunghi tratti in contromano. Alla fine è stato bloccato ed arrestato solo dopo essere giunto a Fasano, nel tentativo di raggiungere la propria abitazione. Nella circostanza è emerso che il 24enne era colpito da foglio di via obbligatorio per la città di Monopoli emesso dalla Questura di Bari. L’auto rubata è stata quindi restituita alla proprietaria, mentre i due arrestati sono a disposizione della magistratura barese e brindisina, e nei prossimi giorni saranno sottoposti a giudizio.