Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Morte 17enne monopolitano: la Procura iscrive nel registro degli indagati, come atto dovuto, due medici ospedalieri

Gli esiti dell’autopsia, già eseguita, si conosceranno tra 90 giorni. Nominati i consulenti

 

Si conosceranno soltanto tra 90 giorni gli esiti dell’autopsia eseguita sul corpo del 17enne monopolitano Giulio Vitti, morto domenica 18 agosto scorso per un malore avvenuto in casa, due giorni dopo essere andato all’ospedale San Giacomo di Monopoli con febbre e una sospetta otite e dimesso dopo le cure che gli erano state prescritte. Proprio i due medici che lo hanno visitato, uno del Pronto Soccorso e il suo collega in servizio nel reparto di Otorino, sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Nella Procura della Repubblica presso il tribunale di Bari si sottolinea che l’iscrizione è un atto dovuto in attesa di conoscere, appunto, i risultati dell’esame autoptico che è stato eseguito nella mattinata di martedì 20 agosto alla presenza, tra gli altri,  del medico legale Biagio Solarino e dell'otorinolaringoiatra Michele Barbara, in qualità di consulenti della Procura mentre il consulente della famiglia Vitti è Maurizio Scarpa.