Attività della polizia: un movimentato inseguimento nell’agro monopolitano, poi scattate altre denunce

E non mancano gesti di solidarietà agli agenti del Commissariato di Monopoli

 

Una serie di operazioni degli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Monopoli e non mancano i gesti di solidarietà nei loro confronti.

 

Inseguimento ladri. Nella notte appena trascorsa due autovetture non si sono fermate all’alt della volante presente lungo una strada dell’agro di Monopoli. Ne è nato un inseguimento ai due veicoli che, ad un certo punto, si sono separati. La volante ha continuato a tallonarne uno fino ad uno sterrato di un fondo agricolo. Qui i due passeggeri, travisati con dei passamontagna, hanno abbandonato la vettura fuggendo a piedi. A bordo c’erano oggetti utili al furto di autovetture e mezzi agricoli. L’auto è risultata rubata a Conversano. In corso indagini per risalire alla banda di malviventi.

 

Denunce. Il provvedimento è scattato per due pregiudicati monopolitani e una donna francese. Il primo pregiudicato guidava un ciclomotore contravvenendo alle disposizioni governative dei giustificati motivi di uscita da casa. L’altro pregiudicato monopolitano, invece, è alla sua terza denuncia nel giro di tre giorni. La prima gli è stata fatta a Monopoli, la seconda ad Ostuni dagli agenti di quel Commissariato e la terza ancora a Monopoli. Si tratta del 24enne che qualche giorno fa si era reso protagonista di una sorta di sceneggiata davanti al Commissariato di Polizia perché gli era stata sequestrata la vettura di proprietà del fratello, che guidava senza patente. Questa volta a Monopoli era alla guida di una potente moto Yamaha, priva di revisione e senza assicurazione. La denuncia è la stessa: oltraggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che guida senza patente e per la terza violazione in tre giorni al decreto ‘Anticoronavirus’. Dopo gli atti di rito il ragazzo se ne è andato a piedi alla sua abitazione, come già accaduto in passato perché il motoveicolo è stato sequestrato, con la contestazione di ulteriori 4 infrazioni al codice della strada. Infine, la donna francese era entrata in piazza Vittorio Emanuele, nonostante la visibile segnatura di interdizione stabilita dall’ordinanza del sindaco.

 

Solidarietà ai poliziotti. Non mancano i gesti di solidarietà agli agenti della Polizia di Stato di Monopoli. L’ultimo è dell’altro giorno quando un fattorino ha consegnato agli agenti in servizio al Commissariato una pila di pizze calde per conto di due ragazzi di 10 e 11 anni: Ivan e Claudia. Chi ha raccolto le pizze ha naturalmente ringraziato a nome di tutto il personale.