Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Truffa agli anziani: dei due casi a Monopoli, uno è stato sventato. In manette una coppia di ‘Bonnie & Clyde’ di origine napoletana

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della locale Compagnia in collaborazione con i colleghi di Napoli e Verona

 

Una coppia originaria di Napoli è finita in carcere per aver messo a segno con un collaudato e sofisticato stratagemma tre truffe ai danni di anziani. Uno dei tre casi è avvenuto a Monopoli ma un quarto tentativo, sempre nella città monopolitana, è andato a vuoto perché l’anziano, allarmato da una telefonata strana che gli era giunta dall’organizzazione criminale, ha chiesto l’aiuto dei parenti. Proprio da quest’ultimo caso i carabinieri della Compagnia di Monopoli, in collaborazione con i colleghi dei Comandi Provinciali di Napoli e Verona, sono risaliti agli autori: un 26enne operaio trasportatore, che è stato posto agli arresti domiciliari. Mentre per la donna, disoccupata 27enne, si sono aperte le porte del carcere femminile. Entrambi sono accusati di truffa aggravata. I militari hanno recuperato denaro e preziosi, provento delle attività illecite, per un valore di 17 mila euro. Le indagini non si sono concluse perché si presume che i due possano far parte di un’organizzazione criminale che abbia ramificazioni in tutt’Italia. Una banda composta da sedicenti avvocati e persino carabinieri ed in grado di falsificare documenti di riconoscimento.