Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un acquirente monopolitano denuncia una truffa on line e la polizia scopre i due autori, deferiti entrambi alla Procura della Repubblica

In una seconda operazione gli agenti del Commissariato di Monopoli fermano due stranieri già colpiti da provvedimento di espulsione

 

Due distinte operazioni degli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Monopoli.

 

Truffa on-line. Nella prima le indagini sono state condotte dalla sezione della polizia giudiziaria ed hanno permesso di individuare due truffatori (uno della provincia di Napoli, l’altro della provincia di Frosinone) che sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Bari. I due avevano addirittura costituito una società che era riuscita ad operare per alcuni mesi proponendo su alcuni siti specializzati la vendita di apparati telefonici. La credibilità della stessa inizialmente era determinata dalla tipologia di attività svolta che ha tratto in inganno diverse persone. Ma c’è voluta la denuncia di un acquirente monopolitano, presentata al Commissariato, per dare la caccia a chi aveva architettato la truffa. L’uomo aveva pagato un Samsung J7 ma non l’ha mai ricevuto. Di qui la denuncia e l’avvio delle indagini partendo proprio dalla società con sede nella provincia di Frosinone. Poi gli accertamenti bancari e anagrafici e altre attività specifiche, tra le quali uno stretto scambio di informazioni con la sezione della Polizia Postale di Frosinone, hanno permesso di risalire agli autori.

 

Stranieri irregolari. Nella seconda operazione i poliziotti hanno fermato due cittadini stranieri che non avevano ottemperato a provvedimenti di espulsione. Ora per loro è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari ed è stato emesso un nuovo ordine di lasciare il territorio italiano.