Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Miasmi dalla zona industriale monopolitana: sigilli ai piazzali di un’azienda che smaltisce rifiuti speciali. Titolare denunciato

Il sequestro è stato eseguito dal Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera in collaborazione con l’Arpa

 

Un altro capitolo nella vicenda dei cattivi odori provenienti dalla zona industriale di Monopoli. Il personale del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale (NOPA) della Guardia Costiera di Bari congiuntamente al personale di ARPA Puglia e coordinata da uno dei Magistrati del Pool Ambiente della locale Procura della Repubblica, ha portato oggi all’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo di alcuni piazzali di un’azienda, le cui generalità non sono state rese note. Le indagini hanno permesso di accertare che l’azienda utilizzava un impianto di trattamento delle acque meteoriche di dilavamento con modalità difformi rispetto all’oggetto dell’autorizzazione. Inoltre, la ditta depositava in modo incontrollato, senza provvedere alla gestione per categorie omogenee, né ad osservare le relative norme tecniche di settore, differenti tipologie di rifiuti speciali non tracciabili. Il sequestro, si legge in una nota del Nopa, è giunto nell’ambito delle indagini ambientali disposte dalla Procura della Repubblica di Bari sui miasmi che si registrano nel territorio di Monopoli. Il titolare dell’azienda è stato deferito all’Autorità Giudiziaria anche per la presunta mancanza di alcune delle autorizzazioni previste per le immissioni in atmosfera dovute ad alcuni cicli produttivi aziendali.