Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Scippata un’anziana donna in via Cadorna

Misero bottino: solo 15 euro

Leggi tutto...

Denunciato camionista trevigiano per vendita abusiva di vino

E’ stato sorpreso ad Alberobello dai finanzieri di Monopoli

Leggi tutto...

Sfiorata la tragedia in via Canonico del Drago

Il vento spezza un ramo di pino. Per fortuna nessun danno, ma i residenti hanno avuto paura

Leggi tutto...

In manette spacciatore di marijuana

A Mola in azione i carabinieri di Monopoli

Leggi tutto...

Rapina a mano armata all’Hotel Porto Giardino

A distanza di meno di due mesi e mezzo preso nuovamente di mira dai rapinatori l’Hotel Porto Giardino, in località Capitolo, a Monopoli. Tre persone armate, una con il fucile a canne mozze e le altre due con la pistola in pugno, si sono impossessate di 4.500 euro in contanti, di assegni per 5.500 euro e di altri titoli di valore imprecisato. E’ successo nella serata di domenica 13 marzo intorno alle 22,30. I tre, con il volto coperto da passamontagna e guanti da lavoro in lattice, si sono presentati alla reception dove c’erano il direttore e due dipendenti, ai quali è stato intimato di aprire la cassaforte. Chi ha parlato pare avesse l’inflessione brindisina. Il direttore ha subito eseguito gli ordini. I malviventi, dopo aver arraffato il denaro, gli assegni e i titoli, hanno costretto il direttore e i dipendenti a chiudersi nella stanzetta retrostante la reception, dandosi alla fuga. Da un sopralluogo effettuato dagli agenti del Commissariato di polizia di Monopoli, i rapinatori si sarebbero introdotti nel villaggio attraverso un foro praticato nella rete metallica di recinzione (lato monte) e dallo stesso foro sarebbero usciti. Le modalità della rapina sembrano le stesse di quella che fu compiuta a Capodanno, quando il bottino fu di circa 50 mila euro. Non si esclude che la banda sia la stessa. Ma questo dovranno accertarlo sia gli agenti di polizia che i carabinieri (che erano intervenuti a Capodanno). Per questo motivo nei prossimi giorni ci sarà un confronto tra le due forze dell’ordine.