Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Movimenti all’interno dei partiti di minoranza: nasce ‘Spazio Civico’ con Contento, Maione e Tamborrino. Matera resta fuori

Il primo tassello del nuovo percorso è il supporto alla candidatura di Angelo Barnaba al consiglio regionale

 

Novità all’interno dei partiti di opposizione al comune di Monopoli. Nasce il nuovo gruppo politico ‘Spazio Civico’ e ne fanno parte Silvia Contento, nominata capogruppo consiliare, Carlo Maria Maione e Francesco Tamborrino. Non ne fa parte Cecilia Matera che resta nella lista Civica ‘Contento per Monopoli’, con la quale è stata eletta. In questa stessa lista, come è noto, sono stati eletti sia Silvia Contento che Maione mentre Tamborrino è stato eletto in ‘Insieme per Monopoli’. “Diamo vita a questo nuovo soggetto – scrivono i tre consiglieri - per avviare una fase nuova del nostro percorso in consiglio comunale”. L’obiettivo è di allargare “la base di discussione aprendo a nuove energie civiche”. Dopo aver vissuto l’esperienza delle scorse amministrative, nel solco della candidatura a sindaco di Nuccio Contento, “il primo tassello di questo percorso, nell’immediatezza della campagna per le regionali – aggiungono i tre - è il supporto alla candidatura di Angelo Barnaba al consiglio regionale della Puglia con Michele Emiliano presidente. “Non vogliamo marcare differenze – spiega la Contento affiancata dai colleghi Francesco Tamborrino e Carlo Maria Maione – vogliamo provare a gettare le basi per una maggiore coesione, a partire da un simbolo nuovo, da un nuovo percorso di inclusione delle istanze, di valorizzazione dei messaggi, di rappresentazione e tutela dei diritti di ciascun cittadino, senza distinzioni o favoritismi. Partiamo con una piccola rappresentanza consiliare e con un nutrito gruppo di amici e sostenitori che abbiamo incontrato in queste settimane e che ci hanno stimolati a dare una sferzata al nostro percorso. Sarà nostra cura e nostro impegno incanalare positivamente queste energie e farle approdare nelle istituzioni per nostro tramite”.