Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il post elezioni regionali a Monopoli: il rebus da risolvere di Morga e Matera. Nodi da sciogliere anche in ‘Monopoli al Centro’

Le due rappresentanti politiche devono decidere il loro futuro. Il partito di maggioranza relativa al Comune si riunisce in serata 

 

Tempo di decisioni nella politica regionale e locale. Prima che iniziasse l’incontro pubblico di domenica 11 ottobre in piazza Vittorio Emanuele II, il riconfermato governatore di Puglia, Michele Emiliano ha annunciato ai giornalisti che a breve ci sarà la proclamazione degli eletti in consiglio regionale e subito dopo ci sarà la nuova squadra di governo pugliese (finora ci sono solo gli assessori Pierluigi Lopalco alla Sanità e Donato Pentassuglia all’Agricoltura). Proprio l’incontro in piazza è servito anche a fare il punto della situazione politica a livello locale. Ad esempio, abbiamo chiesto all’ex assessora ai Servizi Sociali, Ilaria Morga che ha organizzato l’incontro se ha trovato una collocazione precisa all’interno del centrosinistra e la risposta è stata: al momento non c’è alcuna collocazione. Come è noto Morga, che attualmente non ha incarichi politici, è stata consigliera comunale di centrodestra nel quinquennio di governo bis di Emilio Romani ed assessora ai Servizi Sociali fino al 21 settembre scorso quando il sindaco Angelo Annese le ha revocato la delega non avendo appoggiato la candidatura alle regionali di Stefano Lacatena. Anche Cecilia Matera, eletta nella lista civica ‘Contento per Monopoli’ e da noi interpellata, deve decidere se passare o meno nel nuovo gruppo consiliare ‘Spazio Civico’ nel quale sono confluiti Silvia Contento e Carlo Maione della stessa civica ‘Contento per Monopoli’. Oltre a Contento e Maione, in ‘Spazio Civico’ è confluito pure Francesco Tamborrino. I tre hanno sostenuto alle regionali Angelo Barnaba mentre Matera ha percorso altre vie del centrosinistra regionale.

 

Centrodestra. Nodi da sciogliere anche nel centrodestra. Oggi 12 ottobre si riunisce il gruppo di ‘Monopoli al Centro’, il partito di maggioranza relativa che conta sei consiglieri comunali (nella foto) e tre assessori, con il sindaco Angelo Annese che è espressione dello stesso partito. Varie le questioni all’ordine del giorno a cominciare dalla verifica dopo due anni di mandato. C’è il nodo della sostituzione dell’assessore ai Servizi Sociali (anche se il compito spetta al sindaco), l’eventuale rinuncia di Stefano Lacatena alla delega consiliare all’Urbanistica (il neo eletto consigliere regionale dovrebbe mantenere l’incarico nella massima assise cittadina) e non è escluso che si parli anche del futuro di ‘Monopoli al Centro’: cioè se continuare ad avere la denominazione attuale oppure trasferire tutto il gruppo in Forza Italia, il partito che ha accolto Lacatena nella corsa all’elezione regionale.