Consigli comunali ‘una tantum’: la protesta dei consiglieri Contento, Tamborrino e Maione

Gli esponenti di Spazio Civico e il resto della minoranza chiedono al presidente, Colucci una seduta entro 20 giorni

 

I consiglieri comunali di Spazio Civico Silvia Contento, Francesco Tamborrino e Carlo Maione, lamentano in una nota la mancata convocazione delle sedute consiliari. “Sono più di due mesi – affermano - che il consiglio comunale non viene convocato e oltre tre mesi dall'ultima seduta di question time”. “Ormai, quasi che si tratti di una assemblea di condominio, - accusano i tre consiglieri - l'assise comunale viene convocata solo per atti indifferibili”. “La minoranza in consiglio, compatta - proseguono i consiglieri - ha protocollato una richiesta di convocazione del consiglio comunale insieme ai componenti del Gruppo Misto”. Secondo i tre consiglieri “appare quantomeno surreale che, in un periodo storico così particolare e difficile per gli enti locali, non ci siano provvedimenti da adottare e/o comunicazioni del sindaco sullo stato della nostra città e sulla situazione economico, sociale e sanitaria dei nostri concittadini nell'aula che dovrebbe essere il luogo principe del dibattito politico e amministrativo cittadino”. Contento, Tamborrino e Maione ricordano infine il regolamento del comune di Monopoli prevede il consiglio comunale ogni 45 giorni. Di qui la richiesta al presidente dell’assemblea Luigi Colucci di convocare il consiglio entro 20 giorni per esaminare le interrogazioni e interpellanze presentate.