Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Romani e il suo delirio di onnipotenza: ci sarà una risposta ad Alba e, soprattutto, alla città?

L' editoriale

Romani è pervaso “da delirio di onnipotenza che induce a commettere errori gravissimi”: è il giudizio più duro che l’assessore dimissionario Domenico Alba dà al sindaco nella lettera in cui spiega i motivi del suo disimpegno dalla giunta. Ma non sono da meno altri giudizi sull’operato del primo cittadino, come “la mancanza di obiettivi e strategie di pianificazione”, “non siamo mai stati veramente guidati da nessuno sino ad oggi” con la conseguente “inadeguatezza e incapacità di ricoprire questo ruolo”, “lo abbiamo portato in una dimensione davvero troppo più grande di lui”. Insomma, la condotta di Romani, secondo Alba, è stata finalizzata solo “alla propria ambizione personale e alla propria carriera politica” e non agli interessi della collettività. Si tratta di accuse pesanti fatte non da un consigliere di opposizione ma da un consigliere (poi diventato assessore) che ha contribuito in maniera notevole (600 voti) alla sua elezione. A questo punto, il sindaco troverà la maniera di rispondere a lui e, soprattutto, alla città, magari confrontandosi con tutti gli organi di informazione e non attraverso i comunicati stampa del suo portavoce o interviste compiacenti?