Ciaccia: l’amministrazione Romani sta sperperando il ‘tesoretto’

Il consiglio comunale ha dato via libera alle modifiche del Regolamento Tosap

 

Un solo punto (il primo dei sette all’ordine del giorno) approvato finora dal consiglio comunale e riguarda alcune modifiche al Regolamento per l’applicazione della Tosap (la tassa di occupazione di suolo pubblico). Il provvedimento è passato all’unanimità dopo che all’unanimità era stato approvato un emendamento sul quale aveva eccepito (nella seduta del 13 luglio scorso) il segretario comunale Fiore, oggi assente e sostituito dal dirigente D’Amico. La discussione è poi passata sul rendiconto dell’esercizio finanziario 2010. Dopo la relazione dell’assessore Napoletano, il primo a parlare è stato il consigliere dell’opposizione Giuseppe Ciaccia (ex Idv ed ora nel Gruppo misto). Ciaccia, che è anche il presidente della commissione bilancio, ha ricordato nel suo lungo intervento gli sprechi dell’amministrazione comunale guidata da Romani ed ha fatto riferimento al progressivo depauperamento dell’avanzo di amministrazione: “da 4 milioni e 100 mila euro del 2008 – ha detto - si è passati a soli 900 mila euro del 2010, di cui soltanto 200 mila possono essere utilizzati perché il resto è già praticamente destinato a debiti fuori bilancio ed altri capitoli di spesa”. Insomma, per Ciaccia, l’amministrazione Romani intende coprire i ‘buchi’ aumentando la Tarsu. E su questa vicenda, in un passaggio del suo intervento, il consigliere ha ribadito la necessità di annullare il bando. La discussione sul rendiconto è destinata a durare a lungo e chissà se si procederà all’esame degli altri punti all’ordine del giorno: tre iniziative del centrosinistra ed una del centrodestra sulla questione Tarsu, e il regolamento per la gestione del Castello Carlo V.