Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra Annese e Contento prime stoccate nelle rispettive iniziative pubbliche del fine settimana

Convention del candidato sindaco del centrodestra, comizio in piazza V. Emanuele per l’avversario di centrosinistra

 

La campagna elettorale dei candidati sindaci (in rigoroso ordine alfabetico) Angelo Annese (centrodestra) e Nuccio Contento (centrosinstra) è partita ufficialmente con due iniziative differenti. Il primo con una convention nel cinema Vittoria nella mattinata di domenica 6 maggio, il secondo con un comizio in piazza Vittorio Emanuele II nella serata di sabato 5 maggio. Di seguito il resoconto in ordine temporale.

 

Contento.  Rendere uguali tutti i cittadini e voler governare per il bene comune: questo è stato il filo conduttore del suo discorso durato poco più di mezzora. Un intervento farcito di citazioni (tra le altre, frasi di Papa Francesco,  Paolo VI e Gandhi) e di alcune stoccate agli avversari politici (senza fare nomi) del centrodestra e ad alcune parrocchie monopolitane (approfondimento rinviato ai prossimi comizi). Contento ha elencato sommariamente le linee generali del suo programma: a cominciare dal monitoraggio ambientale e della salute, dal turismo ai trasporti, passando per il miglioramento del territorio (contrade, periferie e centro urbano), più servizi per il sociale e sviluppo delle attività sportive (soprattutto rivolte ai portatori di handicap), la riforma dello Statuto comunale. Il candidato sindaco ha ribadito l’unità della sua coalizione, composta da sei Liste, “fatte  - ha detto - di persone competenti che non hanno alcun padrone e che si battono per il bene comune e senza interesse”. Di qui l’invito ai presenti “di votare il 10 giugno con libertà, passione e coraggio”.              

 

Annese. Il copione della convention di Annese ha visto protagonista per primo il sindaco uscente Emilio Romani che, attraverso un filmato già visto nell’aula consiliare qualche settimana fa, ha ripercorso le attività svolte dalle due amministrazioni da lui condotte tessendone le lodi insieme a quella di centrosinistra condotta, dal 2003 al 2008, dal compianto Paolo Leoci. “Tre amministrazioni – ha sottolineato – accomunate dalla stabilità economica”. Un forte abbraccio ha caratterizzato il passaggio all’intervento di Annese che, prima si è tolto qualche sassolino dalle scarpe (“non sarò il burattino nelle mani di nessuno e non metterò alcuna maschera”, con riferimento al comizio della sera precedente), poi ha elencato i principali punti del programma, tra politiche di sviluppo turistico-culturale, economico e produttivo, politiche relative a lavoro, territorio, sicurezza, servizi sociali e politiche ambientali (tra l’altro lo spostamento del depuratore di Torre d’Orta da mare a monte, cioè sulla terra ferma). Infine, sul palco sono stati chiamati i candidati delle otto Liste che lo supporteranno fino al voto.