Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’auspicio di Laricchia: governo del rinnovamento anche a Monopoli dopo quello nazionale

Il M5S di Monopoli attacca il Romani sulla questione del monitoraggio ambientale e sanitario

Il secondo comizio del Movimento 5 stelle di Monopoli in piazza XX Settembre ha visto protagonisti la consigliera regionale Antonella Laricchia e il candidato sindaco Bartolo Allegrini. La portavoce regionale, nel giorno (venerdì 1 giugno) in cui a ha giurato il nuovo governo nazionale a tinte giallo-verde (M5S-Lega) del cosiddetto “rinnovamento” plaudendo a quello che stava avvenendo a Roma e dopo aver ricordato le regole del Movimento (due mandati, fedina penale pulita dei candidati, ecc.), ha auspicato un governo del cambiamento anche a Monopoli, dove è stata approntata, ha detto, una Lista di persone di provata moralità. Laricchia ha citato le città dove il M5S governa mettendo a posto bilanci comunali attraverso la lotta agli sprechi e attuando forme di trasparenza amministrativa mai viste in precedenza. E’ quello che auspica di fare il candidato sindaco Allegrini che l’ha ringraziata per la certificazione della Lista, ottenuta quasi in extremis. Intanto il Movimento 5 stelle di Monopoli è tornato a parlare con una nota sulla questione del monitoraggio ambientale e sanitario e sulla petizione popolare di 3300 firme presentata alcuni mesi fa all’amministrazione comunale e mai esaminata dal consiglio comunale come richiesto. I grillini monopolitani, nel definire il sindaco uscente Romani “un piazzista scaduto che cerca di mantenere in piedi una squadra decadente di venditori in stile multi-level market” in riferimento ai dati parziali (in tema di ambiente e salute)  resi noti l’altro giorno nel corso di una riunione convocata in municipio, sottolineano che Monopoli “ha bisogno di un partner innovativo, al passo con i tempi ed in grado di affrontare le sfide dei nuovi modelli di green business con tutte le attenzioni necessarie alla sostenibilità ambientale, ai parametri di salvaguardia della salute pubblica ed al sostanziale miglioramento della qualità della vita”.