Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La giunta che supporterà Annese è pronta: ecco i nominativi anche se c’è da risolvere qualche problema

Il sindaco ha riunito il tavolo politico comunicando le decisioni ai rappresentanti del centrodestra  

Il sindaco Angelo Annese è pronto a presentare la giunta che lo supporterà nell’attività amministrativa. Nel pomeriggio di lunedì 16 luglio Annese ha convocato il tavolo politico al quale hanno preso parte i segretari e rappresentanti delle otto liste che lo hanno appoggiato comunicando a loro gli incarichi che sono così distribuiti: tre assessorati a Monopoli al Centro, il partito di maggioranza relativa, un assessorato e la presidenza del consiglio comunale al Patto con la Città, un assessorato e vice sindaco a Forza Italia, un assessorato a Noi con l’Italia. Qualche incertezza resta sui nominativi come ad esempio chi ricoprirà l’incarico, tra gli eletti del Patto con la Città, di presidente del consiglio comunale, conteso da Colucci, Leggiero e Campanelli (in rigoroso ordine di preferenze), fermo restando l’assessorato ai servizi sociali alla più suffragata della Lista Ilaria Morga. I tre assessori di Monopoli al Centro sono Cristian Iaia (turismo e sport), Rosanna Perricci (pubblica istruzione e cultura) e Gianni Palmisano (lavori pubblici). A Stefano Lacatena, il più suffragato con oltre 1200 voti, assegnata solo una delega consiliare all’urbanistica in vista di una sua probabilissima candidatura alle regionali. La delega assessorile all’urbanistica resta nelle mani del sindaco Annese. Alessandro Napoletano, il più votato di Forza Italia, riceverà l’investitura di vice sindaco e assessore (quasi sicuramente alle finanze). Infine, l’assessore di Noi con l’Italia sarà Aldo Zazzera che si dovrebbe occupare di polizia municipale, commercio e sicurezza ma non delle attività produttive. In quest’ultimo caso il condizionale è d’obbligo perché Zazzera non gradisce la mancata delega al Suap che, invece, dovrebbe andare al consigliere forzista Antonio Rotondo. Nessuna delega assessorile agli altri partiti della coalizione, a cominciare dalla Lega (Piero Barletta avrà solo una delega consiliare per un settore dell’urbanistica che integrerà le competenze di Lacatena). Per l’ufficialità è questione di ore e ci saranno diverse altre deleghe consiliari.