Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’interno del ‘Patto con la Città’ vige l’amletico dubbio: Laneve da che parte sta?

Nell’ultima riunione del Movimento civico era assente insieme a Campanelli e Leggiero

 

Nel Movimento civico ‘Patto con la Città’ la frattura è ormai evidente alla luce di alcune dichiarazioni rese alla stampa dal fondatore della Lista Giuseppe Campanelli, ora solo consigliere comunale dopo essere stato vice-sindaco e ‘super’ assessore (per le molte deleghe ricevute nella scorsa consigliatura), e dell’assenza dello stesso Campanelli e degli altri consiglieri comunali Franco Leggiero e Vincenzo Laneve alla riunione convocata dalla segretaria Rossana Abruzzese nella serata di lunedì 1ottobre. L’incontro doveva servire a fare chiarezza all’interno del Movimento dopo quanto dichiarato dall’ex vice-sindaco, evidentemente ancora risentito per non essere riuscito ad ottenere un incarico nella nuova amministrazione guidata dal sindaco Angelo Annese. Al pari di Leggiero che si era proposto per occupare la poltrona di presidente del consiglio comunale, poi andata a Luigi Colucci, anch’egli del Patto e secondo degli eletti, dopo Ilaria Morga, nominata assessore ai Servizi Sociali. I due, stando anche ai loro interventi in consiglio comunale, rappresentano la mina vagante non solo del Movimento, ma anche della maggioranza di centrodestra. Sulla stessa lunghezza d’onda dei due ‘pattisti’ c’è pure il consigliere comunale di Forza Italia Antonio Rotondo tanto che si vocifera di un loro passaggio in un gruppo misto che prenderebbe il nome di ‘Monopoli nel cuore’. “Non sarebbe male bilanciare questa maggioranza”: è stata la risposta proprio di Rotondo alle iniziali indiscrezioni trapelate. Indiscrezioni sulla probabile costituzione del gruppo che sono diventate certezze proprio nelle dichiarazioni di Campanelli che ha coinvolto nel progetto Laneve. “….Con Rotondo – ha affermato l’ex ‘super’ assessore a Fax –siamo in quattro al di là delle sigle e dei gruppi consiliari, perché ci unisce la convinzione di lavorare per Monopoli e i monopolitani a prescindere dalle esigenze politiche o numeriche della coalizione di maggioranza”. Il coinvolgimento di Laneve, che aveva già ricevuto pressioni soprattutto dall’ex vice-sindaco, ha preoccupato tutto il Patto ed è per questo motivo che la segretaria Abruzzese ha convocato la riunione. Ma Laneve, al pari degli altri due, non si è presentato ed è stato l’unico a giustificare l’assenza a causa di un raffreddore (in mattinata, però, il consigliere comunale è stato presente all'incontro tra il sindaco Annese e gli operatori ecologici licenziati della Falzarano). Il chiarimento, quindi, è saltato lasciando tutti nel dubbio: Laneve da che parte sta?