Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il consiglio comunale approva il Dup e il bilancio di previsione 2019-2021, la Lega mostra i muscoli

Nessun aumento delle imposte e presto un portale comunale per monitorare B&B e case-vacanza

 

Con 16 voti favorevoli e 6 contrari (erano assenti tre consiglieri) il consiglio comunale di Monopoli ha approvato il Documento unico di Programmazione e il bilancio di previsione 2019-2021. L’assemblea ha pure dato il via libera all’unanimità all’acquisizione del compendio immobiliare di proprietà delle Ferrovie dello Stato compreso tra le vie San Marco e A. Pesce, denominato ‘Le Fogge’, mentre un debito fuori bilancio è passato con i 13 voti dei consiglieri di centrodestra, esclusi i quattro rappresentanti della Lega che si sono uniti ai sette dell’opposizione nel votare l’astensione.

 

Prova di forza della Lega. Provvedimenti a parte, proprio il rinnovato gruppo del partito di Salvini ha caratterizzato la seduta consiliare svoltasi nella serata di venerdì 21 dicembre e apertasi con le dichiarazioni di Franco Leggiero, Vincenzo Laneve e Giuseppe Campanelli che hanno annunciato il transito dal ‘Patto con la Città’, nelle cui fila sono stati eletti, nella Lega, ora rappresentata da quattro unità: i tre si sono aggiunti a Piero Barletta giurando fedeltà al sindaco Angelo Annese, all’assessore Angela Pennetti (in quota Lega) e, in generale, all’amministrazione comunale. Ma non a tutti gli assessori. Campanelli, che ha dichiarato di aver cancellato i trascorsi burrascosi con Barletta nella passata consigliatura, ha preso di mira nei chiarimenti sul bilancio gli assessori Aldo Zazzera (soprattutto sulle strisce blu) e Ilaria Morga (sulle attività dei servizi sociali). Il primo se l’è cavata egregiamente, l’altra ha tentennato un po'. I due assessori hanno poca forza nell’assemblea: Zazzera è supportato da Anna Capra e Morga, che è stata la più suffragata nel ‘Patto’ (una circostanza che ha infastidito non poco Campanelli e che di fatto ha dato l’avvìo al suo allontanamento dal Movimento Civico da lui stesso creato dieci anni fa), può contare solo sulla presenza del presidente del consiglio Luigi Colucci, che ha un ruolo di ‘super partes’. Impressione generale, condivisa anche da alcuni esponenti di maggioranza che abbiamo interpellato, è che sia iniziato un ‘impallinamento’ contro gli assessori ‘più deboli’. Sempre a proposito della Lega non è mancato un siparietto dai toni forti tra il capogruppo Barletta ed il comandante dei vigili urbani Michele Cassano a proposito del debito fuori bilancio approvato (ma Barletta e gli altri tre, come detto, si sono astenuti insieme all’opposizione) e relativo alle spese legali per una multa comminata (e poi annullata) ad una cittadina per la mancata esposizione del ticket nell’auto che aveva parcheggiato tra le strisce blu. “Lei deve cambiare carattere e ascoltare i cittadini” gli ha intimato Barletta. Il comandante gli ha risposto di moderare i termini e per quanto riguarda il carattere “io non lo cambio”.      

 

Tasse: nessun aumento. Per quanto concerne il bilancio previsionale, illustrato in aula dal sindaco Annese (in maniera sommaria) e dall’assessore Alessandro Napoletano (più in dettaglio), da segnalare, così come hanno riferito, nessun aumento nelle imposte. Annunciata, tra l’altro, la creazione di un portale comunale per controllare l’attività delle case-vacanze e dei B&B nel tentativo di lotta all’evasione nella tassa di soggiorno.