Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rotondo lascia Forza Italia e passa nella Lega, che ora conta cinque consiglieri comunali

Pronta la richiesta per ottenere un secondo assessorato ed a rischiare è la titolare dei Servizi Sociali Morga

 

A Monopoli la Lega di Salvini continua a fare incetta di consiglieri comunali: dopo gli ingressi di Vincenzo Laneve, Franco Leggiero e Giuseppe Campanelli che hanno lasciato la lista civica ‘Patto con la Città’ ecco giungere Antonio Rotondo che ha divorziato da Forza Italia. L’accordo è stato siglato qualche giorno fa con il commissario della sezione monopolitana, il castellanese Domi Ciliberti. I due sono amici di vecchia data. Con quest’ultima acquisizione la Lega conta in consiglio comunale cinque rappresentanti (il quinto consigliere è Piero Barletta, l’unico eletto alle amministrative dello scorso anno, ai quali si aggiunge l’assessore Angela Pennetti, nominata in quota Lega) e diventa il secondo partito della coalizione di centrodestra che sostiene il sindaco Angelo Annese, dietro ‘Monopoli al Centro’ che di consiglieri ne ha sei. A questo punto è molto probabile che al sindaco Annese possa giungere la richiesta per ottenere un secondo assessorato. Chi rischia maggiormente è l’assessore ai servizi sociali Ilaria Morga, la più suffragata nel ‘Patto con la Città’ e gratificata dall’ottenimento del posto in giunta: una concessione mal digerita da Laneve, Leggiero e Campanelli che, di fatto, hanno provocato l’azzeramento della Lista Civica, rappresentata da Luigi Colucci che, però, ricopre la carica di presidente del consiglio comunale (cioè un incarico super partes). Si è appreso inoltre che l’eventuale richiesta di un assessore leghista non riguarderà un consigliere comunale ma un esterno. Il passaggio ufficiale di Rotondo nella Lega avverrà probabilmente martedì sera 22 gennaio nel corso di una conferenza stampa alla quale parteciperanno, tra gli altri, i vertici provinciali e regionali della Lega con i rispettivi segretari Balducci e Caroppo.