Ecco le modifiche al Piano Casa proposte dai partiti di maggioranza all’esame del consiglio comunale

La seduta si svolge il 14 febbraio a partire dalle ore 15. La nota di replica del Movimento 'Manisporche'  

Come abbiamo già anticipato, il consiglio comunale di Monopoli, convocato per il pomeriggio (dalle ore 15) del 14 febbraio, si appresta ad esaminare le modifiche al ‘Piano Casa’, già approvato dalla stessa assemblea nel maggio del 2019. Questa volta i consiglieri dovranno occuparsi della proposta presentata dai partiti di maggioranza, dopo che la stessa assemblea, qualche settimana fa, aveva bocciato le modifiche proposte dai partiti di minoranza, che rivendicavano l’inedificabilità nelle aree produttive. Monopoli Libera è in grado di anticipare le modifiche predisposte dal centrodestra monopolitano e che riguardano la sostituzione del punto 5 di quella prima delibera consiliare, la numero 12 del 2019. In pratica, “nei contesti consolidati per attività ex art. 14P delle Norme Tecniche di attuazione del Piano Urbanistico Generale sono consentiti, nel rispetto della perimetrazione di cui al punto 3 della delibera 2019, gli interventi ai sensi dell’art. 4 della Legge Regionale 14/2009 alle seguenti limitazioni e prescrizioni: 5.1 nel rispetto degli obiettivi di cui al punto 27bis.01/P delle NTA del PUG gli interventi saranno consentiti previa realizzazione e cessione gratuita al comune di immobili agibili da destinare ad Edilizia Residenziale Popolare nella misura del 7% della SUL residenziale realizzabile ai sensi della LR 14/2009, nel rispetto delle prescrizioni di cui all’art. 27bis.05/P; 5.2 solo nei casi in cui non si realizzi almeno una unità minima di intervento sarà consentita la monetizzazione di tale quantità, previo parere della giunta comunale, al costo di costruzione calcolato ai sensi dell’art. 27.07 delle N.T.A. del PUG, così come rideterminato ai sensi della DGR. 1988 del 4/11/2019; 5.3 garantire una cessione minima pari a 18 mq/ab all’interno del lotto di intervento, ai sensi e per gli effetti del DM 1444/68”. Questa è la proposta di delibera della maggioranza sulla quale dovrà pronunciarsi l’assemblea. La seduta consiliare prevede anche l’esame del Piano Urbanistico Esecutivo delle ‘Tre Grazie’.

Sulla proposta di delibera della maggioranza si registra la presa di posizione del Movimento ‘Manisporche’, rappresentato in consiglio comunale da Angelo Papio. Di seguito la nota che ci è stata inviata: “È pittoresco il comportamento dell'esecutivo di questa maggioranza sulla questione Piano Casa. Rallentano per mesi i lavori del Consiglio in attesa che la Regione li liberi dalla responsabilità delle proprie scelte, poi all'improvviso decidono in poche ore di convocare un Consiglio nonostante pche, sull'argomento, se ne siano in pochi giorni celebrati già un paio. La verità è che sulla questione quartieri residenziali al posto di opifici industriali da consentire a qualcuno, questa maggioranza non è libera e lo sta dimostrando in tutti i modi. Il Movimento ‘Manisporche’ auspica che i cittadini di Monopoli si rendano conto di quanto sta avvenendo sul nostro territorio e intervengano con ogni forma utile a garantire il diritto e il buon senso. Prima che sia irreversibilmente tardi. Noi stiamo facendo con amore impegno e senso di responsabilità la nostra parte”.