Modifiche al ‘Piano Casa’: l’opposizione esce dall’aula e la maggioranza approva la ‘sua’ delibera

Poco prima il consigliere del Pd Indiveri abbandona lo scranno e sbotta: non si fa onore alla politica  

 

In poco meno di quattro ore il consiglio comunale di Monopoli approva i due ordini del giorno all’esame della seduta svoltasi nel pomeriggio di oggi 14 febbraio. Il Pue ‘Le tre Grazie’ è passato con il voto favorevole dei 13 consiglieri di maggioranza e l’astensione dei sei consiglieri di minoranza (sei le assenze, tra le quali il sindaco Angelo Annese). Per quanto riguarda, invece, le modifiche al Piano Casa proposte dai partiti della maggioranza, la delibera è stata licenziata dai consiglieri del solo centrodestra dopo l’uscita dall’aula dei consiglieri di minoranza. E’ successo quando dai banchi dell’opposizione si è alzato il consigliere di ‘Manisporche’ Angelo Papio che ha letto un documento con il quale si dichiarava “l’assoluta contrarietà” alla proposta di delibera della maggioranza perché, a loro dire, inficiata di “numerosi motivi di illegittimità”. Nonostante ciò, i consiglieri di maggioranza sono rimasti in aula approvando la loro proposta. L’uscita dall’aula dei consiglieri di opposizione non è stato l’unico colpo di scena della seduta. Poco prima, infatti, anche il consigliere del Pd Feliciano Indiveri aveva abbandonato il suo scranno perché non aveva ricevuto risposte su alcuni chiarimenti chiesti per il concorso di assunzione dei vigili urbani presso il comune di Monopoli. Indiveri ha affidato ad un post apparso sui social la sua delusione per l’accaduto affermando “la gravità di un modo di agire che non fa onore alla classe politica tutta e che ci allontana ulteriormente dai nostri concittadini”.