Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C’è la novità Marilungo nel Monopoli che affronta il Catania nel debutto casalingo di campionato: si gioca alle ore 15

Scienza: l’arrivo dell’attaccante dà spessore al roster e se arriva un’altra punta la squadra biancoverde sarà molto pericolosa

 

Dopo le brillanti esibizioni contro la Juve Stabia (successo esterno nella prima di campionato) e al cospetto di Modena (in casa vittoria per 1-0) e Reggiana (sconfitta ai rigori per 6-5, ma il risultato verrà quasi certamente ribaltato per una irregolarità nel tesseramento del giocatore reggiano Kargbo) in Coppa Italia, il Monopoli fa il suo debutto casalingo nel girone centro-meridionale della serie C contro la nobile decaduta Catania domenica 4 ottobre alle ore 15 (arbitra Monaldi di Macerata). Lo fa ancora senza pubblico sugli spalti quando in altri stadi si registra la presenza di almeno mille spettatori e questo non appare giusto. Chiusa questa breve parentesi (se volete polemica ma era indispensabile farla), eccoci alla presentazione del match. La vigilia come sempre è caratterizzata dalla conferenza stampa dei due allenatori. Sia Raffaele (Catania) che Scienza (Monopoli) sono concordi nell’affermare che sarà una gara difficile ma che le rispettive squadre giocheranno per vincere. Obiettivamente chi sta peggio è la compagine etnea, reduce dalla cocente eliminazione in Coppa Italia ad opera del Notaresco (formazione di serie D) e del pari interno contro la Paganese nel debutto casalingo di campionato domenica scorsa. “Questo è vero – sottolinea Scienza – ma aspettiamoci un Catania ferito perché la squadra è forte ed ha un bravo allenatore che ha fatto bene negli ultimi due anni a Potenza”. Insomma, nessuna sottovalutazione degli avversari e pronti ad affrontare la gara con grande determinazione. Il tecnico monopolitano annuncia la convocazione dell’ultimo arrivato Guido Marilungo, in prestito per un anno dopo gli ultimi due con la Ternana, che molto probabilmente partirà dalla panchina. “Il suo arrivo, non preventivato e di questo ringrazio la società – commenta Scienza – dà spessore alla squadra”. “E se dovesse aggiungersi un’altra punta – aggiunge – il Monopoli diventerebbe molto pericoloso”. A prescindere dall’arrivo o meno di quest’altra punta, l’allenatore monopolitano è soddisfatto della campagna acquisti operata dalla società, presieduta da Onofrio Lopez. Staremo a vedere cosa succederà fino al 5 ottobre, data di chiusura del calciomercato. Per quanto riguarda la formazione da schierare contro il Catania, Scienza non potrà contare sugli infortunati Nicoletti, Menegatti, Antonacci e Arlotti e sulle scelte non si è sbilanciato più di tanto anche perché dovrà tener conto dei 120’ disputati a Reggio Emilia e del turno infrasettimanale di mercoledì 7 ottobre a Trapani (una trasferta al momento in fortissimo dubbio a causa delle gravi vicissitudini societarie). Anche l’allenatore Raffaele è rimasto abbottonato sulle scelte che farà. Sicuramente ci sarà l’ex Pinto ma non l’ultimo arrivato Emmausso, che comincerà gli allenamenti da lunedì 5 ottobre.