Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ davvero un’annata storta: un’autorete di Piccinni al 90’ condanna il Monopoli al pareggio

La squadra biancoverde fallisce un rigore con Bunino, il secondo consecutivo, dopo il vantaggio di Soleri

 


Al 90’ un’autorete di Piccinni, non nelle sue migliori giornate, permette al Catanzaro di acciuffare un pareggio per 1-1 che al Monopoli sta molto stretto. La squadra biancoverde, passata in vantaggio con un gran gol di Soleri al 9’ della ripresa, fallisce un rigore al 32’ sempre della seconda frazione di gioco con Bunino, il secondo consecutivo dopo quello di Giorno a Terni, che, praticamente, le avrebbe consentito di portare a casa il successo senza grossi patemi d’animo. Evidentemente, come va ripetendo il tecnico monopolitano Scienza, l’annata è davvero particolare. In attesa di tempi migliori, anche dal punto di vista della fortuna, il Monopoli ha comunque mostrato segni di ulteriore risveglio dopo la buona prestazione fornita sul campo della capolista Ternana. Al Catanzaro ha concesso poco e quel poco è stato cancellato da tre ottime parate del portiere monopolitano Giacomo Satalino che sull’autorete non ha potuto farci nulla con la palla, proveniente da un cross, che si è insaccata proprio all’incrocio dopo il colpo di testa di Piccinni. Un infortunio che è costato al Monopoli due punti in classifica. Ma ecco la cronaca.

  1. Il Monopoli si presenta con due novità in formazione: il monopolitano Satalino la spunta su Taliento e fa l’esordio con la casacca della sua città a difesa della porta e poi c’è Lombardo sull’esterno destro del centrocampo a cinque. Vassallo fa il regista. Il primo tiro della partita è del Catanzaro con un colpo di testa debole di Di Piazza che non inquadra la porta. Tiro debole anche di Verna che Satalino blocca senza difficoltà. Il primo vero pericolo lo procura Di Piazza con un sinistro potentissimo da fuori area che finisce di poco alto sulla traversa. La risposta del Monopoli è affidata a Soleri che di destro calcia di poco a lato. Poi il centravanti si esibisce in una rovesciata che non impensierisce Di Gennaro. Due gli ammoniti del primo tempo: uno per parte, prima l’ex Riggio poi il catanzarese Casoli. Si va al riposo sullo 0-0 Nella ripresa il Catanzaro si presenta con Di Massimo al posto di Di Piazza e corre pericolo già dopo un giro di lancette con Starita che tira centralmente su Di Gennaro dopo un dai e vai con Soleri. L’attaccante ex Roma fa tutto da solo nel realizzare il primo gol in biancoverde al 9’. Di sinistro fulmina il portiere calabrese,  si toglie la maglia per la gioia beccandosi il giallo. Al 17’ Satalino con due interventi decisivi nega la conclusione a rete degli attaccanti avversari e al 18’ Starita reclama un mani in area sul quale l’arbitro Miele di Nola sorvola attirandosi le ire dell’intera panchina monopolitana. Al 30’ sale in cattedra Bunino, all’esordio con il Monopoli, che rileva Starita ed offre subito un assist sul quale non c’è alcun compagno in area pronto a correggere il pallone in porta. Al 31’ la risposta del Catanzaro è affidata ad Evacuo, entrato poco prima, ma Satalino si oppone alla grande smanacciando in angolo la palla destinata all’incrocio dei pali. La gara si fa vibrante e al 32’ il Monopoli potrebbe metterla al sicuro. Da un’incursione di Bunino un difensore del Catanzaro tocca la palla con la mano e l’arbitro decreta la massima punizione. Sul dischetto va Bunino che si fa parare il tiro da Di Gennaro. Disattenzione nella retroguardia monopolitana al 39’ con Satalino che di piede evita un autogol su un tocco di un proprio compagno di squadra. Non si perde d’animo il Monopoli che sfiora il raddoppio con Simeri che di testa, su passaggio di Bunino, manda la palla a sfiorare l’incrocio della porta alla destra del portiere calabrese. Al 90’ l’autorete è cosa fatta con Piccinni che in elevazione colpisce di testa mandando la sfera all’incrocio dell’incolpevole Satalino. E’ la beffa che toglie al Monopoli il successo.