Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Millina pensa alla public company per rilanciare il basket

Il 26 maggio incontro con gli imprenditori

 

Una public company in cui dovrà regnare un regime di assoluta democrazia: è questo il modello di società sportiva che il bolognese Piero Millina (coach della Tognana Monopoli anni ’80) sta cercando di costruire per rilanciare il basket e farne il vanto della città. La public company , inoltre, dovrà stringere un legame forte con l’Action Now che continuerà la sua meritoria attività nel settore giovanile. Su questo sito ne abbiamo parlato un mese fa di questo progetto che Millina ha reso ufficiale solo stamani in una conferenza stampa alla quale ha preso parte il consigliere Fip Angelo Barnaba. Da allora, il tecnico bolognese ha continuato a contattare gli imprenditori e la classe politica di Monopoli e un riscontro (sia pure parziale) del risultato raggiunto lo si avrà dopodomani 26 maggio quando è in programma il primo incontro collegiale. Millina non si sbilancia sulla possibilità di riuscire nell’impresa ma è animato da una grande volontà. In caso di mancato riscontro, Monopoli rischia veramente di rimanere senza la squadra di basket che quest’anno è riuscita a vincere il campionato di serie D e a riportarsi nella serie C regionale. Anzi, c’è pure l’eventualità, ha detto Barnaba (che, comunque, ha già annunciato il suo disimpegno dalla gestione societaria, come ha fatto quest’anno), di fare il doppio salto nella C nazionale, quella di due stagioni fa della Fortitudo, con i ripescaggi. Intanto, chi intende eventualmente contattare Millina può farlo inviando la mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..