Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel derby Monopoli-Andria la posta in palio è molto alta: chi la spunterà?

I risultati della 27ma giornata hanno favorito le due compagini che inseguono obiettivi differenti 

 

Il derby è sempre una gara particolare e quello tra Monopoli e Andria (al Veneziani domenica 26 febbraio con inizio alle ore 14,30) non sfugge alla regola. Anzi, in questo momento della stagione, la posta in palio è veramente molto alta. Entrambe le formazioni sono reduci da una sconfitta. L’Andria ha inopinatamente perso in casa dopo una striscia di 17 risultati positivi ma è in zona play-off. Il Monopoli ha avuto la battuta d’arresto a Fondi e non vince in casa dal derby col Taranto del 3 dicembre. Un digiuno che ha fatto scivolare la squadra biancoverde dal sesto al tredicesimo posto e, comunque, a cinque punti dalla zona play-out. I risultati del pomeriggio della 27ma giornata hanno fatto registrare le sconfitte di Akragas (col Foggia per 0-1) e Catanzaro (a Taranto per 1-0) che restano ferme a 24 punti contro i 29 dei monopolitani. Alla luce anche delle sconfitte di Melfi (0-4 contro la Paganese) e Vibonese (2-1 a Lecce) e del pareggio per 3-3 della Reggina sul campo della Juve Stabia, al Monopoli si presenta una ghiotta occasione di guadagnare punti sulle concorrenti alla salvezza. Anche l’Andria si trova nell’identica situazione per quanto riguarda le posizioni in zona play-off considerato il pareggio tra Cosenza e Fondi (2-2), due squadre che potrebbero essere scavalcate. Insomma, posta in palio molto alta. Capitolo formazioni: nell’Andria non ci sono particolari defezioni, qualche problema nel Monopoli. Tra gli ospiti rientrerà a centrocampo Piccinni e la sua assenza per squalifica si è fatta sentire contro la Casertana. In attacco ci sarà l’ex Croce. Tra i padroni di casa mancherà lo squalificato Sounas ed a centrocampo e in attacco il tecnico Bucaro (al suo esordio casalingo) deve ancora decidere chi far giocare. La difesa, invece, dovrebbe essere confermata con la linea ‘a quattro’ composta da Carissoni (o Bei)-Ferrara-Esposito-Mercadante. Certi del posto di titolari anche Pinto (ma bisognerà vedere se farlo giocare nel tridente di punta o in quello di centrocampo) e Montini (in attacco). Arbitrerà Pagliardini di Arezzo.