Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Genchi evita la sconfitta casalinga al Monopoli: il derby con l’Andria finisce in parità

L’attaccante monopolitano ribatte in rete un rigore tirato due volte al 94’

 

Un gol di Genchi al 94’, dopo un rigore tirato due volte, evita al Monopoli la sconfitta casalinga. Nel derby con l’Andria finisce in parità 1-1 e con le recriminazioni degli ospiti per un arbitraggio che il presidente dell’Andria Montemurro ha definito, a fine partita, “scandaloso”. Per il tecnico del Monopoli Bucaro, all’esordio sul terreno del Veneziani, nessuna delle due squadre ha meritato di vincere, pur ammettendo che la gara “è stata brutta”. In effetti, la cronaca è stata arida. Molte ammonizioni da una parte e dall’altra, a dimostrazione del nervosismo che di solito accompagna i derby. Il gioco è farraginoso e si svolge prevalentemente a centrocampo, dove l’Andria ha qualche uomo in più da sfruttare. Bucaro ripropone il 4-3-3 e non è una buona trovata. L’Andria reclama un mani in area al 30’ e si vede annullare un gol dell’ex Croce al 40’ per fuorigioco dopo una conclusione di Cianci. Il primo tiro in porta dei padroni di casa capita al 5’ della ripresa con un sinistro di Pinto dai 30 metri che Pop para facilmente. All’11 gli ospiti passano con il capitano Aya, lesto nell’area piccola a raccogliere un invito di Cianci di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Furlan ed Esposito reclamano la posizione irregolare del difensore andriese ma per la terna arbitrale il gol è regolare e i due monopolitani finiscono ammoniti sul taccuino del signor Pagliardini di Arezzo. La risposta del Monopoli è nel sinistro di Nadarevic (20’) con palla neutralizzata dal portiere Pop. Il taccuino registra solo le sostituzioni e il recupero di 5’ concesso dall’arbitro. Al 46’ Genchi, dalla bandierina, calcia male un pallone che termina dall’altra parte del campo. In area finiscono a terra due monopolitani ma l’arbitro ravvisa il fallo ai danni di Esposito e decreta il rigore tra le vibrate proteste degli andriesi. Sul dischetto si presenta Genchi che tira alla destra di Pop che respinge, poi Aya allontana. Proprio Aya, lo evidenziano i fotogrammi dell’azione, entra quasi contemporaneamente in area con Genchi. L’arbitro se ne accorge e fa ripetere il penalty. Altre proteste ma la decisione è irremovibile. Dagli undici metri si ripresenta Genchi che cambia angolo di tiro. Pop gli respinge nuovamente la palla. Questa volta, però, l’attaccante piomba come un rapace sulla sfera che si insacca. Il Monopoli fa festa per lo scampato pericolo e vede allungarsi di un punto (da 5 a 6) la distanza dalla zona play-out. L’Andria lascia il campo con rammarico.