Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Contro il Francavilla è la prima di otto finali: il Monopoli non può concedersi distrazioni

Davanti agli ingressi dello stadio in vendita le magliette per aiutare uno sfortunato giovane calciatore

 

L’ultima vittoria in casa è datata 3 dicembre 2016 contro il Taranto mentre l’ultimo successo in trasferta è del 17 dicembre scorso sul campo dell’Akragas: bastano questi due dati per sottolineare il momento delicato che vive il Monopoli nel girone C di Lega Pro che domenica 26 marzo ha in programma le gare della 12ma giornata di ritorno. Al termine ne mancano otto e saranno tutte partite di grandissima importanza per salvarsi evitando i play-out. Al momento, la squadra biancoverde è distante due soli punti dalla zona-pericolo e per questo motivo contro il Francavilla Fontana (inizio ore 18,30 al Veneziani) occorrerà il massimo impegno per portare a casa l’intera posta. Se si tiene conto della gara d’andata (finita in parità) l’impresa non è proibitiva. Da allora, però, le due squadre hanno fatto registrare risultati opposti. Decisamente positivo il cammino della formazione messapica, la rivelazione del torneo: la stessa etichetta che il Monopoli ha portato per quasi tutto il girone d’andata. Un’etichetta persa nel successivo periodo durante il quale il Monopoli ha collezionato soltanto pochissimi pareggi e una serie di sconfitte (molte in casa) che lo hanno relegato a ridosso della zona play-out. Pertanto, se si vuole star lontano dal quint’ultimo posto occorrerà battere i brindisini che non hanno eccessivi patemi di classifica ma sono reduci da due sconfitte consecutive, l’ultima delle quali in casa. Staremo a vedere quale stato d’animo prevarrà: se la relativa tranquillità del Francavilla o l’assoluta necessità del Monopoli. Capitolo formazioni: tra gli ospiti mancherà Nzola, squalificato mentre tra i biancoverdi certe le assenze di Bacchetti e Cikos, infortunati, e di Ricucci, appiedato per due turni. La scelta di chi andrà in campo, da una parte e dall’altra, sarà fatta solo poco prima del fischio d’inizio del sig. De Angeli di Abbiategrasso. Infine, ricordiamo che le due squadre e la terna arbitrale entreranno sul terreno di gioco con la maglietta che reca il logo dello ‘Smiling Warrior’, il sorriso del guerriero: lo stesso che accompagna il volto di Giovanni Custodero, lo sfortunato giovane calciatore di Fasano che sta lottando contro un tumore osseo e necessita di sostegno economico per curarsi. Per questo motivo è iniziata una raccolta fondi con la vendita della maglietta che avverrà all’ingresso di tutti i settori dello stadio Veneziani.