Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La lotteria dei rigori premia il Potenza che approda nei quarti di finale di Coppa Italia di serie C

Decisivi gli errori di Mendicino e Donnarumma, dopo che Crisanto aveva parato il primo penalty  

Il Potenza vince la lotteria dei rigori per 4-2 dopo che tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi sullo 0-0 e approda nei quarti di finale di Coppa Italia di serie C. I rossoblù affronteranno il Trapani che ha superato in casa il Catanzaro per 1-0. Decisivi sono stati gli errori dal dischetto di Mendicino e Donnarumma, dopo che il debuttante portiere monopolitano Crisanto aveva parato il primo penalty al potentino Longo. Anche l’ex Breza, estremo difensore dei padroni di casa, è stato bravo nel parare i penalty dei due biancoverdi. Errori dal dischetto a parte, il Monopoli, comunque, esce a testa alta dalla competizione. Il suo momento migliore è stato il secondo tempo, che ha praticamente dominato e come spesso sta accadendo quest’anno la supremazia non si è concretizzata.

La cronaca. C’è il turnover nelle due squadre. Il tecnico del Potenza Raffaele manda in campo i tre ex Breza in porta e la coppia d’attacco Lescano-Genchi. Scienza deve fare a meno oltre che di Paolucci, squalificato, anche di Pissardo, Gerardi, Ferrara e Montinaro, colpiti dall’influenza. Ci sono gli esordi di Crisanto in porta e di Sansone sull’out destro. In attacco agiscono Berardi e Mendicino supportati da Sounas nel suo abituale ruolo di trequartista. Proprio l’ex Lescano prova il tiro in porta al 5’, il destro va fuori misura. Al 16’ fallo in area di Sansone su Lescano e per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore e ammonizione al giocatore monopolitano. Il sinistro di Genchi si stampa contro la traversa con la palla che rimbalza al di qua della linea bianca, poi Maimone di testa l’allontana in calcio d’angolo. Al 21’ Genchi cerca di farsi perdonare ma il sinistro è respinto da Crisanto in angolo. Dagli sviluppi del quale svetta Giosa di testa ma la mira è imprecisa. Il Monopoli pian piano prende le misure e al 32’ da un cross dalla sinistra si fa vivo in area Sansone che non ha un buon controllo della sfera che viene raccolta da Breza. Si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa ci sono tre cambi. Nel Monopoli entrano Rota e Donnarumma per Sanzone e Berardi mentre nel Potenza entra Guaita per fronteggiare proprio il fluidificante mancino biancoverde. In difesa il centrale è Gatti con De Franco che si posiziona alla sua destra. Il gabbiano vola sulle fasce con i due innesti ed è padrone del campo. Al 12’ bella azione che si chiude con unpassaggio di Maimone per Sounas il cui diagonale si perde sul fondo. Un minuto dopo Rota viene anticipato con i piedi da Breza. Al 18’ sgroppata di Maimone che non dà la necessaria forza al tiro che Breza neutralizza con una parata a terra. Al 25’ Scienza inserisce Doudou per Sounas; Raffaele mette in campo Longo e Di Somma e c’è solo da segnalare una punizione di Emerson al 31’ ma Crisanto è attento e respinge la sfera. Al 40’ fa l’esordio in biancoverde Bastrini al posto di Mercadante. L’ex Cremonese si posiziona al centro della difesa, mentre Gatti va a sinistra. Al 48’ Donnarumma alza di poco oltre la traversa. Altra sostituzione tra i biancoverdi all’inizio del primo tempo supplementare: fuori Zampa, dentro Fabris. Lo spartito non cambia: il Monopoli dà l’impressione di voler cercare la porta avversaria: al 7’ Donnarumma, questa volta di destro, manda il pallone di poco oltre la traversa. All’11’ Dettori, in ripiegamento nella sua area, sbilancia Rota che sta per colpire il pallone. L’arbitro lascia proseguire. Nel secondo tempo supplementare le situazioni si ribaltano: è il Potenza a rendersi pericoloso con Matera (2’), Dettori (9’ e 14’) e Lescano (14’) ma Crisanto è altrettanto bravo ad opporsi alle conclusioni degli avversari. Anche Bastrini si oppone a Guaita, giunto a due passi dalla porta al 12’. Provvidenziale il suo intervento che evita il gol. Poi arriva il triplice fischio. Ed ecco la sequenza dei rigori: Longo (Potenza) para Crisanto, Scoppa (Monopoli)gol, Bacio Terracino (Potenza) gol, Mendicino (Monopoli) parato, Emerson (Potenza) gol, Bastrini (Monopoli) gol, Guaita (Potenza) gol, Donnarumma (Monopoli) parato, Matera (Potenza) gol.