Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Action Now perde gara e primato in classifica a Castellaneta dopo cinque successi consecutivi

Ai biancazzurri non è bastato un buon inizio di match ma nel finale sono accaduti due episodi dubbi

 

Brutto scivolone dell’Action Now Monopoli che perde gara e primato in classifica a Castellaneta. Una battuta d’arresto (87-73), che giunge dopo cinque successi consecutivi. La compagine biancazzurra ha avuto un buon inizio di match ma è crollata negli ultimi due quarti, durante i quali si sono registrati due episodi che hanno decisamente orientato l’incontro in modo sfavorevole per la squadra monopolitana. A cinque minuti dal termine a Petraitis veniva fischiato il quarto fallo, il lituano reagiva applaudendo nei confronti dell’arbitro e veniva sanzionato con un fallo tecnico. Sarebbe stato il quinto fallo, ma inspiegabilmente il giocatore rientrava in campo poco dopo per terminare la partita. Con orgoglio Monopoli si riportava sotto, ma il tentativo di rimonta finale veniva stroncato da un fallo fischiato a Bosnjak in attacco, decisione che ha destato sconcerto (sarebbe stato il canestro del -6) tra le fila biancazzurre. Castellaneta andava a vincere con merito una partita decisamente poco fortunata per l’Action Now. A fine gara le brevi dichiarazioni del coach monopolitano Gianpaolo Ambrico: “Innanzitutto complimenti a Castellaneta, che ha messo in campo tanta voglia di vincere ed ha saputo trasformare la pressione in energia positiva. Noi stasera abbiamo sbagliato decisamente troppo, in tante occasioni di gioco ci è mancata la consueta lucidità. Mi assumo io tutta la responsabilità di una prestazione così tanto sottotono, sono stato certamente io quello che ha sbagliato più di tutti e chiedo scusa a chi anche oggi è venuto a sostenerci in trasferta e meritava di più. Cercheremo di riguardare insieme gli errori fatti e provare a rialzarci subito, come abbiamo fatto sempre in questa stagione”. Per la cronaca capitan Torresi con 27 punti è stato il miglior cecchino dell’Action. Dall’altra parte Petraitis ha fatto segnare 20 punti al suo attivo.