Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Monopoli è spuntato in avanti, si fa imporre lo 0-0 dal Bisceglie ma raggiunge il quinto posto in classifica

Due episodi dubbi nell’area dei nerazzurri che si sono difesi senza molti affanni e Pissardo evita la beffa finale

 

Il pari per 0-0 nel derby col Bisceglie permette al Monopoli di raggiungere il quinto posto insieme alla Casertana, sconfitta a Trapani ed è l’unica buona notizia della 30ma giornata del girone C di serie C perché la gara contro i nerazzurri di Vanoli è stata scialba e priva di grosse emozioni. Le difese hanno avuto la meglio sugli attaccanti ed ecco spiegato il nulla di fatto. La squadra biancoverde aveva il compito di ‘fare’ la partita ma è stata molto imprecisa ed ha finito per favorire il gioco degli avversari, che si sono difesi senza molti affanni. Squadra fisica quella biscegliese contro la quale hanno cozzato i biancoverdi che potevano passare subito in vantaggio al 12’ con una percussione centrale di Doudou che, però, non ha concluso una sua iniziativa personale allargandosi la palla sul fondo. Bella, invece, l’azione corale dei monopolitani lungo l’asse di sinistra Gatti-Mercadante-Paolucci con conclusione di quest’ultimo (il migliore ancora una volta tra i suoi compagni) sulla quale il portiere Cerofolini ha respinto con grande intuito. Il primo tempo è tutto in queste due azioni. Più movimentata ma anche farraginosa la ripresa che si è aperta con una punizione di Scoppa che Gerardi ha cercato di ribattere in rete sotto porta. Sulla traiettoria si sono opposti i difensori nerazzurri. I monopolitani hanno reclamato un presunto mani, ma l’arbitro Ricci di Firenze ha lasciato proseguire. Anche al 10’ si è registrato un altro reclamo per un tocco di braccio su una sassata da fuori area di De Franco ribattuta dalla diga avversaria. Il direttore di gara non se l’è sentita di assegnare la massima punizione. Per cambiare l’inerzia ci vorrebbero dei cambi. Ha cominciato Vanoli sostituendo Jovanovic con Cuppone, poi ci ha pensato Scienza con gli ingressi di Maimone (al posto di Scoppa) e Mariano (per Gerardi). Proprio Cuppone al 20’ si è affacciato dalle parti di Pissardo, il suo destro è terminato sul fondo da posizione centrale. Al 31’ Scienza ha messo in campo Berardi per Gatti, con arretramento di Mercadante in difesa. Ora è un Monopoli più a trazione anteriore ma non è riuscito a pungere pur creando due buone possibilità: al 41’ con una travolgente azione di Doudou che ha trovato come baluardo finale il portiere Cerofolini che si è opposto con il corpo alla palla che è schizzata in angolo. Sugli sviluppi del quale Rota ha cercato di porre il pallone sulla testa di Zampa, appostato sul palo opposto. Idea buona ma palla alta. Al 43’ è Pissardo ad evitare la beffa arpionando un pallone che Scalzone stava per scaraventare in porta. E’ finita con i fischi un po' ingenerosi dei tifosi monopolitani. In fondo la squadra è quinta in classifica ma è anche vero che per vincere occorre segnare. In casa, il Monopoli non vince dal 23 dicembre con l’1-0 rifilato al Rieti. Arriverà dal campo di Lentini contro la Sicula Leonzio il successo che manca dalla trasferta di Pagani?