Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coach Millina: “Sono tornato a Monopoli perché è un progetto che mi ha affascinato”

L’Action Now ha presentato il nuovo allenatore-istruttore e comunicato che la base societaria ha raggiunto le 13 unità

 

Un’età non più giovane (ora ha 61 anni), con qualche chilo in più e i capelli bianchi ma Piero Millina personaggio era quando 24 enne arrivò da Bologna a Monopoli (1982) per allenare l’allora Tognana che guidò per due anni in serie B, e personaggio è rimasto ora che è stato nuovamente chiamato a guidare l’Action Now in serie C Gold con l’obiettivo dichiarato di approdare nel torneo cadetto, sfiorato quest’anno dopo la sfortunata finale persa col Ruvo. E’ stato lui a tenere banco nella conferenza stampa di presentazione e Millina (tra ricordi, aneddoti e battute ironiche) ha confessato che è tornato a Monopoli “perché affascinato dal progetto” che gli ha proposto la nuova società, che ora si è allargata fino a 13 unità. “Lo abbiamo scelto – ha sottolineato il patron Angelo Barnaba – perché Piero è uno dei migliori allenatori-istruttori d’Italia”. “Il mio obiettivo – ha aggiunto il coach bolognese – è vincere per realizzare un sogno”. “Ai monopolitani – ha concluso - chiedo di crederci perché io garantisco il massimo impegno”. Per il roster, oltre alla conferma di Bosnjak c’è da registrare il ritorno di Tommy Manchisi dall’Ostuni. Il giovane Andrea Calisi verrà impiegato come play.