Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ex Mendicino indossa i panni del giustiziere: su rigore il gol che porta il Monopoli al terzo turno di Coppa Italia

Il Cosenza torna a casa con le pive nel sacco. I biancoverdi affronteranno il Frosinone il 18 agosto

 

Un rigore trasformato dall’ex Mendicino all’88’ permette al Monopoli di battere il Cosenza ed approdare al terzo turno di Coppa Italia, in programma domenica 18 agosto a Frosinone, altra compagine di serie B. Il successo dei biancoverdi è meritato: lo ha affermato il tecnico dei silani Piero Braglia a fine partita perché l’atteggiamento dei monopolitani è stato superiore a quello dei suoi ragazzi. Un’analisi condivisa anche dall’allenatore del Monopoli Giorgio Roselli, anche lui in veste di ex come il diesse monopolitano Cerri. E allora raccontiamola questa vittoria cominciando proprio dall’episodio che l’ha decisa. Corre l’88’ e Donnarumma, risvegliatosi nella ripresa dopo un primo tempo un po' anonimo, viene steso in area da Pierini. Per l’arbitro internazionale Di Bello di Brindisi non ci sono dubbi e concede il penalty. Sul dischetto si presenta l’ex Mendicino che spiazza il portiere Perina e realizza il gol-partita. Un incontro che ha offerto altre emozioni: il palo colpito (al 72’) dal monopolitano Cuppone, un centravanti-torello che ha ben impressionato anche per un colpo di testa che ha sfiorato la base del palo (’73), e la traversa colpita dal calabrese Moreo (al 76’). Due legni ai quali si sono aggiunti altri pericoli soprattutto nell’area cosentina con Perina sempre attento a sventarli. Dall’altra parte si è ben disimpegnato anche l’estremo difensore Menegatti, questa volta preferito al più giovane Antonino. Roselli ha voluto insistere sugli uomini più preparati dal punto di vista fisico e i risultati gli stanno dando ragione. Alla fine i cambi risulteranno solo due: Zampa per Tuttisanti (all’83’) e Maistrello per Mendicino (al ’90). Intanto la società ha ufficializzato l’acquisto del centrocampista Carriero. In settimana si decide la sorte del centravanti Saraniti che, salvo sorprese, indosserà la maglia biancoverde.