Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Catanzaro corsaro a Monopoli: decide un gol di Kanoute ad inizio di ripresa

Arrembante finale dei biancoverdi che sfiorano il pari in tre occasioni nei minuti di recupero

 

Un gol di Kanoute al 6’ della ripresa regala il successo al Catanzaro che dalla Puglia si porta a casa quattro punti dopo il pari di Bisceglie di domenica scorsa. Il Monopoli offre il meglio di sé solo nei 5’ minuti (poi diventati 7’) di recupero in cui sfiora per tre volte il pari con Cuppone (due volte e nella seconda occasione il centravanti, subentrato nella ripresa, scheggia il palo esterno) e Tazzer. Il Catanzaro, comunque, non ruba nulla. La squadra di Auteri lascia sfogare il Monopoli che colleziona quattro angoli di seguito nei primi 3’ della gara e poi fa valere la maggiore caratura dei suoi uomini (tra i quali non figura alcun under), che pian piano cominciano a controllare il gioco, senza impensierire la difesa monopolitana ad eccezione di un colpo di testa di Fischnaller che Antonino devia in calcio d’angolo al 14’. La differenza di obiettivi delle due squadre sta proprio nell’utilizzo degli under: il Monopoli ne schiera tre sin dall’avvìo (Antonino, Maestrelli e Tazzer) e finisce il match anche con il quarto (Hadziosmanovic). Con loro ci sono pure gli ultimi quattro acquisti Jefferson, Moreo, Piccinni e il già citato Maestrelli che si affiancano ai ‘veterani’ (per modo di dire) De Franco, Ferrara, Donnarumma e Carriero. Il modulo che il tecnico Scienza, alla sua prima gara dopo l’esonero di Roselli, è il 3-5-2. La compagine monopolitana, nonostante tutto, tiene bene il campo. Il Catanzaro la punisce su una ripartenza che Kanoute finalizza dopo aver superato in dribbling De Franco, poco reattivo nell’occasione. Dal 10’ del secondo tempo comincia la girandola delle sostituzioni con Scienza che ne utilizza solo quattro (nell’ordine Mendicino, Rota, Cuppone e Hadziosmanovic) mentre il suo collega Auteri ne sfrutta cinque. Il Catanzaro potrebbe raddoppiare prima con Giannone e poi con Bianchimano. Alla fine la squadra calabrese si rintana nella propria tre quarti di campo soffrendo l’arrembaggio del Monopoli nei minuti di recupero con le occasioni sopra descritte.