Festa sugli spalti e spettacolo di gol ed emozioni sul terreno del Veneziani: il derby tra Monopoli e Bari finisce in parità

Pari anche la sfida dei bomber Antenucci e Fella (un gol a testa). Jefferson e Sabbione gli altri due marcatori

 

Il primo derby storico di campionato al ‘Veneziani’ tra Monopoli e Bari finisce in parità 2-2 consentendo alle due squadre di mantenere inalterate le distanze ma il punto conquistato dai biancoverdi permette di raggiungere la Ternana al terzo posto. In parità finisce anche la sfida tra i due bomber Antenucci e Fella, un gol a testa anche se quello dell’attaccante monopolitano è sicuramente più bello. Insomma, si chiedeva spettacolo e spettacolo ed emozioni non sono mancate. E la festa c’è stata anche sugli spalti con lo stadio che ha fatto registrare 4.700 spettatori, cioè il tutto esaurito.

 

La cronaca. Una scivolata di Rota dà il via libera al gol di Antenucci al 5’, ben servito da Laribi. Il pari giunge al 14’ ed è una rete di rara bellezza di Fella che dai 25 metri impallina l’incolpevole Frattali quasi all’incrocio dei pali con un poderoso destro. Ci provano ancora Antenucci al 18’ (para Menegatti), poi due volte Donnarumma al 28’ (tiro cross parato da Frattali) e al 35’ (altra parata non difficile) e infine Simeri al 43’ (sinistro parato dal portiere monopolitano). Subito in apertura della ripresa provvidenziale è un salvataggio difensivo dei baresi che non permettono a Jefferson di centrare la porta (la palla termina in calcio d’angolo). All’8 ecco il vantaggio biancoverde con Jefferson che insacca sotto la traversa un pallone imprendibile per Frattali. Sabbione al 13’ approfitta di una mancata deviazione di testa di Tazzer, si aggiusta la palla e di piatto destro mette alle spalle di Menegatti. Al 16’ ancora Jefferson di sinistro manca il bersaglio con un tiro che finisce di poco a lato della porta. Stessa sorte tocca a Piccinni al 18’: un altro sinistro che finisce in curva al termine di una bella azione monopolitana. Al 22’ ci potrebbe essere la svolta: l’indiavolato Fella semina avversari come birilli e Perrotta, da ultimo uomo, lo stende prima dell’ingresso in area di rigore. Il difensore rimedia il rosso e la conseguente espulsione. Il Bari, a quel punto, pensa più al possesso palla che a offendere. Il Monopoli non ne approfitta e fino al termine dei 94’ minuti confeziona solo un destro di Giorno, liberato al tiro da Rota, che si perde alto.