L’Action Now Monopoli va avanti senza l’apporto di Barnaba. La presidente Liuzzi rammaricata per il disimpegno comunicato senza confronto con le parti

Lunedì 6 luglio altro vertice societario per gettare le basi della prossima stagione. Millina confermato coach

 

L’Action Now Monopoli 2019 SSD andrà avanti senza Angelo Barnaba, il fondatore della gloriosa società cestistica che lo scorso anno ha sfiorato la promozione in serie B che ha inseguito anche nella stagione scorsa, interrotta bruscamente dall’epidemia quando la compagine, affidata alle cure di Piero Millina, lottava testa a testa con il Molfetta di Sergio Carolillo (allenatore formatosi nello  stesso sodalizio creato da Barnaba). Lo scrive in un comunicato la presidente della società Marina Liuzzi (nella foto), che prende atto “della scelta operata dall’avv. Angelo Barnaba, di compiere un percorso nuovo e diverso rispetto a quanto sancito in sede di recente costituzione del sodalizio sportivo”. Un sodalizio costituito proprio lo scorso anno con un numero consistente di 16 soci, alcuni dei quali nuovi nel mondo del basket (basta citare due ex dirigenti del Monopoli calcio come Scipione Tagliente e Francesco Caleprico, attuale vice presidente dell’Action, o Francesco Tricase, nuovo main sponsor del club). Non manca nelle parole della presidente Liuzzi il rammarico per la scelta unilaterale compiuta da Barnaba nel comunicare la decisione di mettersi da parte: cioè quella di affidarsi ad un post pubblicato sul suo profilo social (alla base del disimpegno ci sarebbe una ventilata candidatura come consigliere regionale). Insomma, sottolinea Liuzzi “è mancato il pieno, approfondito e motivato confronto tra le parti”. “Ho profonda stima di Angelo Barnaba, a cui mi lega una sincera amicizia” aggiunge Liuzzi. “In questi anni – continua - ha saputo trasmettere a tanti di noi, grande passione per questo meraviglioso sport. Con tale spirito è stato tracciato il percorso per la costituzione del nuovo assetto societario. Ricordo con riconoscenza quando mi ha chiamata a prenderne parte e il sostegno ricevuto per ricoprire il mio attuale ruolo. La Società, da me rappresentata, con atteggiamento composto e serio, non può che rispettare tale decisione, nel pieno riguardo della persona, del direttore tecnico e del socio, evitando di entrare nel merito delle scelte, che restano tali soprattutto se consapevoli, al fine di arginare sterili dibattiti pubblici connotati da inutili dietrologie. La libertà di autodeterminarsi è inviolabile e Angelo, da quanto apprendiamo attraverso le sue stesse parole, si dice sereno. Società e singoli soci, invece, dovranno metabolizzare tale decisione anche in base al legame interpersonale più o meno stretto con Angelo e lavorare affinché gli immani sforzi profusi da lui stesso e dai suoi originari compagni di viaggio, vengano valorizzati, ampliati e perfezionati, con particolare attenzione a non disperdere alcunché del prezioso bagaglio fin qui creato. Il rapporto tra Angelo ed Action Now non può finire e non finirà, egli costituirà sempre un riferimento importante per il basket, per la nostra società, per la città intera. Saremo sempre pronti e attenti ad ascoltare gli importanti suggerimenti che, con il suo metodo e la sua competenza, vorrà fornirci. L’augurio che gli formuliamo è di potersi concentrare sui suoi nuovi obiettivi, proiettati alla realizzazione, con la stessa passione e una ritrovata serenità.  L’auspicio quindi è che il suo sia un arrivederci! La Società ha ora grandi sfide da affrontare: una complessa azione di pianificazione, di programmazione e di realizzazione. Come ogni traguardo ambizioso, il lavoro per raggiungerlo è arduo e lo svolgeremo con l’aiuto di tutti gli appassionati, veterani e nuovi, che vorranno impegnarsi nel nome dell’Action Now Monopoli”. Fin qui le parole della presidente Liuzzi che annuncia una ulteriore riunione che la società terrà nella giornata di lunedì 6 luglio. Durante la quale verranno gettate le basi per la prossima stagione con Millina confermato coach. Resta sempre in piedi l’ipotesi di un ripescaggio in serie B. Intanto sul fronte giocatori, il Molfetta di Carolillo è interessato alle prestazioni di Andrea Calisi, prodotto del vivaio Action. Il play monopolitano sta valutando la situazione e attende anche gli sviluppi della situazione societaria.