Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’acquisto dell’ex Istituto delle Ancelle del Santuario approda in consiglio comunale per la decisione definitiva

La seduta in programma il 14 dicembre. ‘Manisporche’: dubbi sulla solidità e fattibilità dell’impresa 

 

La volontà dell’amministrazione comunale di voler acquisire l’ex Istituto delle Ancelle del Santuario di viale delle Rimembranze per trasformarlo in una struttura per accogliere persone fragili rimaste sole, sarà posta al vaglio del consiglio comunale, convocato per mercoledì 14 dicembre alle ore 16. L’assemblea dovrà anche esaminare altri otto punti posti all’ordine del giorno, tra i quali le modifiche del Regolamento di servizio del trasporto scuolabus e quattro interrogazioni presentate dai consiglieri di minoranza. Sull’eventuale acquisto dell’ex Istituto e renderlo Centro di accoglienza per persone fragili, il Movimento ‘Manisporche’, rappresentato in consiglio comunale da Angelo Papio, ha diramato un comunicato con il quale definisce “importantissima” l’opera per la città di Monopoli, “ma usarla come copertura per giustificare la spesa di 700 mila euro, recuperate frettolosamente tra le pieghe del riassetto del bilancio comunale – si sottolinea nella nota - non fa ben sperare sulla solidità e fattibilità dell’impresa”. “Ci rendiamo conto – continua il comunicato stampa - che difficilmente l’immobile sarebbe potuto tornare in maniera totalmente gratuita a disposizione del Comune, ma aver mollato un giudizio civile rendendo oggi al privato una tale somma di denaro, è operazione avventata e dispendiosa per le casse pubbliche”. Manisporche non riesce a comprendere perché “si continuino a spendere soldi per strutture da rifare invece di ragionare sull’immensa potenzialità del San Giacomo, che sarà reso libero dopo il trasferimento dell’ospedale sulla Statale, e che potrà rappresentare un preziosissimo polo socio-sanitario per la nostra città”.