Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il consigliere regionale Amati a sostegno della candidatura di Comes e per parlare del nuovo ospedale

L’incontro in piazza Garibaldi moderato dal consigliere comunale uscente del Partito Democratico, Licci

 

“Paolo Comes è persona perbene e per questo va sostenuto”: ha esordito così il consigliere regionale e commissario pugliese di ‘Azione’, Fabiano Amati intervenuto a Monopoli per sostenere il medico-radiologo, candidato sindaco del Partito Democratico, e per parlare del nuovo ospedale Monopoli-Fasano. L’incontro, in piazza Garibaldi (nella foto), è stato moderato da Claudio Licci, consigliere comunale uscente che ha riproposto la candidatura ad occupare lo scranno in sala Perricci. Detto dell’appoggio a Comes, Amati si è soffermato sui “ritardi, omissioni, inerzie e magagne” che stanno caratterizzando la realizzazione del nuovo nosocomio “senza che sinora sia stata applicata dalla Asl una sola penale a carico dell’impresa” con la complicità della Regione Puglia e del presidente Michele Emiliano, in particolare. Amati ha pure criticato l’amministrazione comunale di Monopoli che “non ha mosso un dito in questa vicenda”. Di qui l’invito ad organizzare una mobilitazione civile. Il consigliere regionale si è detto convinto che i lavori difficilmente saranno ultimati il prossimo fine luglio come è stato annunciato da Emiliano in una recente visita al cantiere e che si assisterà ad una ennesima proroga. Per non parlare degli arredi e delle attrezzature che ancora mancano insieme ai finanziamenti. Comes ha posto l’accento sulla necessità di reperire il personale per il nuovo ospedale. Il discorso è poi scivolato sul futuro del ‘San Giacomo’, destinato a diventare ospedale di comunità e, magari, anche per fungere da hospice.