Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I sindacati al sindaco Annese e all’assessora L’Abbate: rivedete il bando per l’assegnazione degli alloggi popolari

In una lettera chiesto anche un incontro per concordare nuove modalità per parteciparvi

In una lettera inviata al sindaco di Monopoli Angelo Annese e all’assessora ai Servizi Sociali Miriam L’Abbate, i sindacati Sunia, Cgil, Cisl e Uil chiedono di rivedere il recente bando di concorso per l’assegnazione di alloggi di edilizia pubblica che rischia di non consentire a molte famiglie di presentare la domanda. Infatti, secondo i sindacati il primo problema nasce dalla modalità di invio domanda esclusivamente a mezzo Pec e Spid. Quest’ultimo, come è noto, può essere utilizzato esclusivamente dal titolare a tutela della privacy ed i “patronati, i sindacati e gli stessi uffici comunali – è scritto nella lettera - non possono utilizzare lo spid dell'utente per inviare le domande. Per poter operare i sindacati e i patronati infatti, sono in attesa dello spid di terzo livello”. “Nel bando – aggiungono i sindacati - è  anche previsto che la domanda vada presentata con marca da bollo da 16 euro. Tuttavia, poiché il bando è diretto a famiglie bisognose, la domanda è equiparabile ad una richiesta di socialità, ed in tal caso riteniamo non andrebbe applicato il bollo”. Di qui la richiesta dei sindacati di “revocare il bando in parola ed aprire un confronto per concordare le modalità diverse di partecipazione”.