Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ritardi nei lavori dell’ospedale Monopoli-Fasano: penale di 3,5 milioni di euro alla ditta appaltatrice

Linea dura dell’Asl Bari nei confronti dell’impresa, ora si attende la decisione del Collegio consultivo  

L’Asl Bari ha deciso di applicare le penali di quasi 3,5 milioni di euro all’impresa Partecipazioni Italia del gruppo Webuild, appaltatrice dei lavori di costruzione del nuovo ospedale Monopoli-Fasano. “Le penali – afferma in una nota il presidente della Commissione Bilancio della Regione Puglia, il fasanese Fabiano Amati, che più volte le aveva invocate - si riferiscono a ogni giorno di ritardo rispetto al fine lavori previsto per il 24 luglio 2023 e non rispettato da Webuild, nonché a una serie di violazioni contrattuali”. “Ora – prosegue Amati - speriamo che il Collegio consultivo tecnico respinga le richieste evidentemente infondate, pretestuose, dilatorie ed emulative dell’appaltatrice, fissando una nuova data di fine lavori”. “Nel frattempo – conclude - chiedo all’amministratore delegato di Webuild di mettersi una mano sulla coscienza, considerato che trattasi di un ospedale di cui tutti potremmo avere bisogno, adeguando alla credibilità di una grande impresa il management applicato al cantiere, considerato inoltre che la vicenda tormentata del nuovo ospedale Monopoli-Fasano poco si addice, alimentando discredito, a una società in procinto di realizzare addirittura il ponte sullo stretto di Messina”.