Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stalking: impiegato 35enne arrestato

Non si era rassegnato alla fine della relazione con una donna

I carabinieri di Monopoli hanno arrestato un impiegato 35enne del luogo con le accuse di atti persecutori, lesioni e danneggiamento. L’uomo non si era rassegnato alla fine della relazione sentimentale intrattenuta con una donna e per questo l’ha perseguitata per circa un anno, pedinandola, importunandola in ogni modo, aggredendola e provocando danni alla sua auto. L’ultimo episodio violento si è registrato la scorsa notte. I militari, attivati da una telefonata giunta al “112”, si sono recati nel parcheggio di un ristorante della zona, dove la donna, una 32enne del posto, aveva chiesto aiuto poiché all’uscita dal locale, era stata violentemente colpita con calci e pugni dall’uomo che, dopo averle danneggiato l’auto, proseguiva l’aggressione anche nel ristorante dove la vittima aveva cercato rifugio. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che i comportamenti violenti, ossessivi e persecutori si ripetevano ormai dal mese di agosto dello scorso anno, dopo l’interruzione della relazione sentimentale tra i due. Da allora lo “stalker” si era reso responsabile di pedinamenti, aggressioni e danneggiamenti tali da costringere la donna a modificare le sue abitudini di vita, generando nella stessa forti stati d’ansia, nonostante avesse già denunciato analoghi episodi. L’uomo, trovato ancora sul posto, è stato così tratto in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, condotto in carcere.