Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun tiro in porta e inevitabile pareggio senza reti nel derby tra Taranto e Monopoli

Nel grigiore della gara non è stato da meno l’arbitro Scatena: episodio dubbio in area jonica 

 

Nessun tiro in porta e il derby Taranto-Monopoli non poteva finire diversamente dallo 0-0 al termine di una gara deludente. Nessuna manovra degna di nota ma solo palle lanciate in avanti da una parte e dall’altra con la speranza che potesse nascere qualche pericolo. Invece non è accaduto nulla. Nel grigiore della gara non è stato da meno l’arbitro Scatena di Avezzano, non all’altezza della situazione, che ha comminato ben dieci ammonizioni ed una espulsione, peraltro non influente perché il cartellino rosso è stato mostrato a Labriola che era in panchina dopo essere stato sostituito qualche minuto prima. Un arbitro che, al 15’ del primo tempo, ha sorvolato su un intervento scomposto in area di Manetta su Rolando che è rimasto a terra. Il direttore di gara ha interrotto il gioco non per assegnare il penalty ma per permettere al giocatore monopolitano di rialzarsi dopo il colpo subito scodellando poi la palla ai limiti dell’area. Anche in questa circostanza il signor Scatena ha lasciato a desiderare come per tutto il primo tempo. Nella ripresa l’arbitro ha un po' cambiato la maniera di dirigere l’incontro e non ha fatto ulteriori danni a nessuno. Da aggiungere che il derby è iniziato con 17’ di ritardo rispetto all’orario stabilito per un problema all’impianto d’illuminazione dello stadio Iacovone. Probabilmente questo inconveniente ha creato un po' di nervosismo. Il Taranto ed il Monopoli sono fuori dalla griglia dei play-off con gli jonici che restano con 27 punti all’11mo posto mentre i biancoverdi scalano al 12mo posto con 26 punti. Con questa situazione di classifica si ricomincerà nel prossimo anno: il Monopoli ospiterà la vice capolista Crotone, il Taranto farà visita alla capolista Catanzaro.