Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Monopoli affronta il Foggia per cogliere il primo successo stagionale e sfatare un tabù che dura da 36 anni

L’ultimo successo dei biancoverdi al ‘Veneziani’ porta la firma di Lanci e Meluso 

 

Dopo le quattro trasferte consecutive giocate in Campania (tre di campionato ed una di Coppa Italia), il Monopoli torna a calcare il terreno del Veneziani per affrontare il Foggia nel primo derby pugliese della stagione. Il solo punto conquistato a Caserta impone alla squadra biancoverde di conquistare l’intera posta in palio per migliorare una classifica che è diventata preoccupante. Ne è consapevole anche il tecnico del Monopoli, Francesco Tomei che, in conferenza stampa, ha così dichiarato: “abbiamo bisogno di un risultato. Tutte le partite sono fondamentali, con il Foggia non sarà la gara della vita ma sarà importante portare a casa l’intera posta in palio in ogni modo”. L’allenatore si è detto “avvelenato” per non aver portato a casa altri punti dalle tre trasferte disputate in Campania dove “in ogni match abbiamo sempre disputato delle buone prestazioni, i complimenti vanno bene ma i ragazzi meritano i tre punti come ricompensa per ciò che stanno dando”. “La classifica non ci premia – ha aggiunto - abbiamo giocato tanto e riposato poco ma in questo momento serviranno fame e lucidità, nel calcio ci sono momenti in cui tutto gira storto e ci manca solo il risultato”. Anche l’allenatore del Foggia, Cudini ha avuto parole di elogio nei confronti del Monopoli. “Non vorrei – ha detto - che questa partita si valuti in base all’attuale classifica di una squadra con pochi punti contro una con più punti. Non è così, perché il Monopoli sta giocando bene e sta raccogliendo molto meno di quello che forse meriterebbe e quindi sarà una partita difficile, su un campo ostico e dovremo essere molto bravi e preparati”. Cudini ha pure fatto cenno alla tradizione positiva che accompagna il Foggia nelle trasferte a Monopoli (i biancoverdi non vincono da ben 36 anni, con Lanci e Meluso autori dei gol del 2-0): “le partite vanno giocate e che la tradizione sia positiva mi fa piacere, però ogni partita offre sempre qualcosa di nuovo”. Fin qui le dichiarazioni dei tecnici che non si sono sbilanciati sugli schieramenti. Tomei deciderà sempre nel ‘risveglio mattutino’ di domenica 8 ottobre ma è sicuro che non ci saranno gli infortunati De Risio e De Paoli e rientrerà Riccardi, Cudini ha detto che aspetterà la ‘rifinitura’ per togliersi gli ultimi dubbi.