Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La speranza del pari s’infrange contro il palo: il Monopoli, con l’uomo in più, va ko anche a Foggia

Soliti errori difensivi dopo il vantaggio di Ardizzone. Le altre reti di Ercolani, Santaniello, Viteritti e Gagliano 

Il Monopoli fa felice anche il Foggia che si aggiudica il derby per 3-2 ed in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo per l’espulsione di Silvestro per doppio giallo. Anzi, con l’uomo in più la squadra biancoverde permette ai satanelli di siglare la rete decisiva di Gagliano, appena entrato al posto di Santaniello, anche lui in gol per far valere la legge dell’ex. Il Foggia si allontana dalla zona play-out mentre il Monopoli resta quart’ultimo, un punto sotto la Turris, uscita imbattuta da Francavilla Fontana. La gara conferma le amnesie difensive che stanno caratterizzando il campionato dei biancoverdi che al 46’ della ripresa si vedono ribattere dal palo una conclusione di Arioli. Sarebbe stato il 3-3: il risultato più giusto.

 

La cronaca. Il Foggia parte forte ed al 4’ Silvestro crea il primo pericolo con la palla si perde di poco sul fondo. La risposta del Monopoli giunge al 13’ con Tommasini e Grandolfo che si scambiano la palla ai limiti dell’area, la conclusione dell’ex centravanti dell’Arzignano viene respinta in angolo da Perina. Dalla bandierina calcia Borello che disegna una parabola sulla quale si catapulta Ardizzone che schiaccia di testa ed insacca il gol dello 0-1 (nella foto). La gioia dura 13 minuti perché il Foggia pareggia il conto con un colpo di testa del difensore Ercolani che salta più in alto di Bizzotto mettendo la palla fuori dalla portata di Gelmi (il cross è di Vezzoni). Passano altri 11’ e Santaniello ribalta il punteggio e va ad esultare sotto la curva dei propri tifosi. La ripresa si apre con il doppio giallo di Silvestro che guadagna anzitempo gli spogliatoi. Al 12’ Tommasini si divora letteralmente un gol dal limite dell’area piccola con Tommasini che calca alto sulla traversa. Ci pensa Viteritti con un gran gol al 16’ a riportare la gara in parità. Cominciano le sostituzioni ma è Cudini ad indovinare la mossa giusta con l’ingresso di Gagliano che alla mezz’ora firma la rete del 3-2 di testa su passaggio di Millico sul quale Angileri non è puntuale nel contrastare l’attaccante rossonero. Il finale è tutto un forcing monopolitano: La Vardera conclude due volte ma prima Perina è bravo nel ribattere in angolo il pallone, poi calcia alto da buona posizione. Al 46’ Arioli, anche lui in campo con Sosa (più Grandolfo e De Paoli), colpisce il palo. Amaro il commento finale di mister Taurino: “ci siamo fatti male da soli” con chiaro riferimento agli errori difensivi, un male che non si riesce a curare.